Scuola & Formazione

Piccoli filosofi all’Istituto N.S. delle Grazie di Nizza

Scritto da La redazione Mercoledì, 14 Mar 2018 - 0 Commenti

Un’attività costruttiva che permette ai ragazzi di imparare ad argomentare e soprattutto consente ad ognuno, come sosteneva Payerson, di ripercorrere per proprio conto, senza saperlo, la storia del pensiero.

Il secondo quadrimestre è in pieno svolgimento all’Istituto N.S. delle Grazie di Nizza Monferrato (AT), con iniziative che mirano ad offrire possibilità di riflessione, occasioni di incontro, stimoli al pensiero critico e alla costruzione di una cittadinanza consapevole.

Attenti e coinvolti, preparati dai docenti nel quotidiano lavoro in aula a interagire, a riflettere, a dialogare anche su temi poco consueti,  i ragazzi di  IV - V liceo il 1’ e il 12.03 hanno partecipato da protagonisti a due incontri del Caffè filosofico - progetto Diderot della Fondazione CRT. Da anni parte integrante dell’O. F. della scuola,  il Caffè di quest’anno ha affrontato  diversi temi legati all’amore per il sapere, da Eros e Philia, due forme diverse di desiderio,  a verità e Post verità.

Nel gruppo, guidato dal filosofo torinese prof. G. Brivio, “Basta alzare la mano, aspettare il proprio turno, dire la propria opinione, attingendo dagli studi scolastici “ spiega Giovanni Giordano, allievo di V linguistico, “ma anche e soprattutto dall’ esperienza personale. Il meccanismo è di per sé molto semplice, si parla e si ascolta e, se come quest’anno c’è desiderio di dialogare,  nascono scambi e discorsi che difficilmente avrebbero vita lunga fuori da un contesto simile tra noi ragazzi. Il bello del Caffè filosofico è proprio qui: scoprire che ognuno ha qualcosa da dire e dando alle parole di tutti il giusto valore, si torna a casa arricchiti di nuove domande e di nuovi stimoli.”

“Penso che la partecipazione al Caffè filosofico”, afferma la docente di filosofia e storia, prof.ssa Elena Cerruti, “sia un’attività costruttiva che permette ai ragazzi di imparare ad argomentare e soprattutto consente ad ognuno, come sosteneva Payerson, di ripercorrere per proprio conto, senza saperlo, la storia del pensiero.”

“Mi ricorderò questo dibattito - conclude Giovanni - ci ha visti trasformarci per due ore in piccoli filosofi!".


  • Adsense slot ID 9166920842">