Territorio & Eventi

Nizza M.to, "Mor...Nizza" per ricordare i 140 anni delle Figlie di Maria Ausiliatrice in città

Scritto da La redazione Martedì, 18 Set 2018 - 0 Commenti

Durante il cammino canti, simpatia e fraternità hanno caratterizzato il tragitto, immersi nella natura sulle strade dei Paesaggi Vitivinicolo Patrimonio Mondiale UNESCO fino alle porte del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo.

Si è conclusa con una festa di colori, di suoni e di popoli la seconda edizione di "Mor…Nizza" suggellata dalla presenza delle massime autorità dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice: la madre generale, sr Yvonne Reungoat, la vicaria generale, sr Chiara Cazzuola, le ispettrici d’Italia, Europa e Medio Oriente e Figlie di Maria Ausiliatrice provenienti da Europa: Irlanda; Australia; Asia: Samoa, India, Filippine; Africa: Kenia, Zambia, Lesotho, Sud Sudan, Ethiopia; America: Stati Uniti, Portorico…

In occasione dell’arrivo delle Figlie di Maria Ausiliatrice a Nizza M. il 16 settembre 1878, 140 anni fa, il cammino pellegrinaggio Mor…Nizza, ha voluto avere una connotazione di rievocazione storica oltre che di cammino pellegrinaggio.

I pellegrini / camminatori si sono recati a Mornese (Alessandria) per rievocare la partenza delle FMA. L’assessore alla cultura di Mornese, Desirè Anfosso, la Madre Generale, sr Yvonne e sr Ivana Milesi, direttrice del Collegio, hanno consegnato all’assessore alla cultura di Nizza M., Ausilia Quaglia, e alla direttrice di Casa-madre, sr Nanda Filippi un piccolo pozzo di legno da portare nella cameretta in cui Santa Maria Mazzarello ha vissuto e retto l’Istituto nella casa Madre trasferita a Nizza M. per volere di don Bosco. La celebrazione eucaristica della domenica è stata trasmessa in streaming in tutto il mondo per rendere partecipe il mondo di quanto accaduto!

Alla testa del cammino Maurizio Martino, l’ideatore della camminata, e Pier Sandro Spagarino, del CAi, che con la loro esperienza hanno guidato e fatto da apripista ai camminatori / pellegrini.

Durante il cammino canti, simpatia e fraternità hanno caratterizzato il tragitto, immersi nella natura sulle strade dei Paesaggi Vitivinicolo Patrimonio Mondiale UNESCO fino alle porte del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo. Cammino spirituale, ma anche all’insegna dello Sport, della Cultura e del sano Divertimento, com'era nelle prerogative delle passeggiate autunnali di Don Bosco.

L’iniziativa è stata veramente aperta a tutti, a persone di tutte le età, tutti gli interessi e tutte le passioni… i partecipanti infatti avevano età diversificate: dalla piccola Isabel, di 10 anni al… di 80! Chi ha camminato partecipando internamente alle due giornate, chi ad una sola e chi è arrivato a Mornese direttamente in pullman.

VENERDÌ 14/9
Messa presso la Chiesa di Sant'Ippolito (Piazza XX Settembre) con benedizione dei pellegrini da parte di don Pier Angelo Campora e delle caratteristiche magliette giallo rosse con il logo di Mor…Nizza.

SABATO 15/9
Ore 8:00: Ritrovo e Iscrizione al cammino nel Cortile interno dell'Istituto N.S. delle Grazie; dopo una preghiera nella Chiesa del “Sacro Cuore” per chiedere a Santa Maria Domenica Mazzarello e alla venerabile sr Teresa Valsè Pantellini, la benedizione del cammino,  taglio del “nastro” da parte della più piccola, Isabel, alla presenza del Sindaco di Nizza M., Simone Nosenzo, del consigliere provinciale, Marco Lovisolo, dell’assessore, Ausilia Quaglia, e della nuova direttrice dell’Istituto sr Nanda Filippi…. e inizio del Cammino pellegrinaggio alla volta di Acqui Terme (18 Km). Scortati da carabinieri in congedo, vigili urbani, alpini in congedo e … furgoncino offerto da Gallo auto.

Il Cammino è stato allietato da 3 colazioni al “volo” offerte dalla Coldiretti Asti in collaborazione con le Pro Loco di Nizza Monferrato, Castel Boglione e Castel Rocchero.

“Sobria” mensa del pellegrino presso le Figlie di Maria Ausiliatrice dell’Istituto Santo Spirito e visita guidata della bellissima chiesa e della comunità. Nel pomeriggio, grazie alla disponibilità dell’Assessore del comune di Acqui, Alessandra Terzolo, e alla guida del sig. Gianni Salvatore, visita della mostra “Franza o Spagna purché se magna”, mostra di documenti e testi a stampa durante il passaggio di truppe straniere nella Diocesi di Acqui tra cinquecento e settecento e “Figliol Prodigo” di Arturo Martini ( 1880 - 1947) dono della Famiglia Ottolenghi.
La tappa acquese è terminata con la Santa Messa nella Cattedrale “Santa Maria Assunta”.

DOMENICA 16/9
la mattinata ha avuto una doppia opportunità per pellegrini camminatori e non…

PROGRAMMA PER I NON CAMMINATORI:
All’arrivo a Mornese, dopo una calda accoglienza da parte di Figlie di Maria Ausiliatrice … da tutto il mondo è seguita con la visita guidata ai luoghi di Santa Maria Domenica Mazzarello e della prima comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

PROGRAMMA PER I CAMMINATORI:
Ripresa del cammino a piedi verso Mornese (17 Km) immersi tra i boschi e le viti dell’appennino ligure.

PER TUTTI
Pomeriggio all’insegna della spiritualità salesiana, visita del Collegio e inaspettato e graditissimo! l’arrivo della Madre Generale dell’istituto, che si è complimentata con gli organizzatori, ha plaudito l’iniziativa, tanto da incentivare il suo proseguimento: “È un’iniziativa molto bella quella del pellegrinaggio Mor..Nizza che mi auguro che ogni anno possa essere un’esperienza carismatica importante” (nella foto di Claudio Marchini).

Madre Yvonne, francese, missionaria in Gabon e Cittadina onoraria di Mornese esprime la sua gioia di “vivere questo momento di arrivo del pellegrinaggio “Mor…Nizza” e incontrarci con le comunità di Nizza e di Mornese, insieme con tutte le ispettorie d’Europa e Medioriente rappresentate dalle ispettrici e dal mondo intero rappresentato dalle sorelle dei 5 continenti che stanno vivendo il progetto Mornese”.

Essere presente proprio il giorno della commemorazione del 140esimo della partenza del primo gruppo di suore, partite verso Nizza per preparare il terreno all’arrivo di Madre Mazzarello, fondatrice delle FMA, non è stato vissuto come una coincidenza, ma come un segno voluto dal Signore e da Madre Mazzarello.

“La presenza delle autorità civili di Mornese e di Nizza - sottolinea - è il segno che il carisma salesiano e lo spirito di Mornese, trasportato a Nizza, come carisma educativo è un dono nella chiesa per la società, e che attraverso il carisma di Madre Mazzarello, delle prime sorelle continua oggi come un segno di sinergia, di convergenza di sforzi, di creatività; è una forza grande, è un seme nel nostro mondo. Insieme siamo più forti”.

“Partire da Mornese a Nizza, ripensandolo, è stato un passo molto grande! Nel 1878 andare da Mornese a Nizza era un’avventura, anche se già nel 1877 Madre Mazzarello ha inviato le prime sorelle in America. Era uno sradicare e un trapiantare. Non c’è vita che cresce senza essere trapiantata. E questo ha segnato la crescita dell’Istituto, ha rafforzato il carisma, questo passaggio voluto e preparato da don Bosco, accolto da Madre Mazzarello e dalle prime sorelle, ha fatto crescere l’Istituto fino ad arrivare in tutto il mondo… È stato un passaggio di cui nessuno avrebbe potuto prevedere dove sarebbe arrivato. Oggi qui ne abbiamo il segno con la presenza di tutto il mondo. Rimanere qui sarebbe stato più facile, più comodo, anche se non era facile, andare a Nizza, cambiare, muoversi, era ricominciare una nuova vita, con lo stesso spirito, e voleva dire che si sarebbe potuto portare il carisma in tante altre parti, allo stesso modo. Rendiamo grazie al Signore per aver dato il coraggio a Madre Mazzarello, anche attraverso don Bosco”.



 


  • Adsense slot ID 9166920842">