Cronaca

Nel cuneese maltempo con tromba d'aria e grandine nel saluzzese

Scritto da La redazione Mercoledì, 8 Ago 2018 - 0 Commenti

Danni pesantissimi a Revello, con campi di mais completamente piegati a terra, e intorno a Envie, dove il vento ha sradicato frutteti e scoperchiato stalle e capannoni agricoli. Grandinate anche nel Saviglianese, mentre il territorio di Caraglio è stato investito da una "bomba d'acqua".

Una tromba d'aria unita a una grandinata ha devastato ieri sera le campagne nel Saluzzese.

Lo ha segnalato la Coldiretti Cuneo, che parla di "danni pesantissimi a Revello, con campi di mais completamente piegati a terra, e intorno a Envie, dove il vento ha sradicato frutteti e scoperchiato stalle e capannoni agricoli".

Grandinate anche nel Saviglianese, mentre il territorio di Caraglio è stato investito da una "bomba d'acqua".
   
"Ancora una volta - commenta l'associazione dei coltivatori - dopo l'afosa siccità i nubifragi improvvisi colpiscono aziende agricole già costrette a fare i conti con la burocrazia che rallenta i pagamenti dei rimborsi assicurativi contro le calamità naturali. Nella nostra provincia gli imprenditori agricoli sono ancora in attesa di 20 milioni di euro a titolo di rimborso parziale dei costi assicurativi spesi negli ultimi tre anni".

Secondo gli ultimi dati di Condifesa Cuneo, sono stati pagati il 76% dell’ammontare totale atteso per il 2015, il 26% del totale previsto per il 2016, ancora nulla per il 2017. In termini numerici, mancano all’appello oltre 2,2 milioni di euro per il 2015, 7,4 milioni di euro per il 2016 e 9,8 milioni di euro per il 2017.

Se lo Stato non erogherà questi fondi entro fine anno, dovrà restituirli a Bruxelles, con danni incalcolabili per i nostri imprenditori.

Per queste ragioni Coldiretti chiede con urgenza il pagamento dei contributi e il ritorno alla stabilità per un sistema di prevenzione dei danni all’agricoltura
, basato sulla copertura assicurativa, che andrebbe favorito anziché disincentivato da lungaggini burocratiche, se consideriamo che intervenire a seguito di una calamità costa quattro volte di più che prevenire con le polizze.

L’instabilità atmosferica che ha interessato la provincia di Cuneo a partire da inizio settimana sta persistendo. Oggi con violente precipitazioni soprattutto nel Monregalese 

Come registra Arpa, "
La vasta area depressionaria atlantica in lento avvicinamento all’Europa continuerà a determinare tempo instabile sulla nostra regione fino alla giornata di venerdì. Sono attesi quindi rovesci e temporali anche localmente forti o molto forti, in particolare nella giornata di domani e più insistenti sul settore settentrionale della regione in concomitanza col passaggio di aria fredda in quota".

La possibilità di temporali di forte intensità determina il persistere dell'allerta gialla sulle pianure e sulle zone nordoccidentali.


   

  • Adsense slot ID 9166920842">