Cultura & Spettacoli

A Napoli in mostra i Patrimoni del Futuro: c'è il progetto "Langhe un territorio da vivere"

Scritto da La redazione Martedì, 2 Ott 2018 - 0 Commenti

Il progetto è stato realizzato degli studenti dell’Istituto Cillario di Alba (Cuneo), unica scuola in Piemonte ad aggiudicarsi il finanziamento per l’anno scolastico 2017/2018 del bando “Futuro presente”. Creato un itinerario turistico completo fra Barolo e Monforte d’Alba.

La scorsa settimana all'inaugurazione della mostra "Patrimoni del futuro" in corso al Museo Archeologico di Napoli, dedicata a una selezione dei progetti finanziati col bando "Futuro presente" per il progetto UNESCOEdu che vede l'Associazione Italiana Giovani per l'UNESCO impegnata insieme al MIUR per coinvolgere gli studenti nell’educazione alla conoscenza delle tematiche Unesco, mettendole in relazione alle attività civiche praticabili sul territorio.

Quarantotto opere per stabilire, tramite pittura, scultura, modellazione, architettura e tecnologia, un dialogo tra oggi e domani; circa 3 mila 500 studenti, appartenenti a scuole di ogni ordine e grado, coinvolti in un percorso creativo durato dodici mesi.

Sono questi i numeri alla base della “Mostra dei patrimoni del Futuro”, promossa dall’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per lo Studente e l’Istituto Caruso di Napoli, nell’ambito del progetto di formazione nazionale “UNESCOEdu – Futuro presente”.

All’inaugurazione, svoltasi venerdì scorso, 28 settembre: fra i progetti esposti, “Langhe: un territorio da vivere”, ideato dall’Istituto “Piera Cillario Ferrero” di Alba (Cuneo), unica scuola in Piemonte ad aggiudicarsi il finanziamento per l’anno scolastico 2017/2018 del bando “Futuro presente”.

Il progetto si è concretizzato nella creazione di un itinerario turistico fra Barolo e Monforte d’Alba, le cui mete possono essere raggiunte anche attraverso biciclette a pedalate assistita o a piedi, in modo tale da sensibilizzare al rispetto dell’ambiente turisti e studenti.

Il materiale è stato convogliato in una presentazione ma non sono mancati gli aspetti innovativi: la creazione di un video a 360° visualizzabile sia con gli smartphone tramite i visori per realtà virtuale, e la mappatura dell’itinerario su Google Maps.

Oltre ai soci dell’Associazione italiana giovani per l’Unesco del Piemonte e all'Associazione Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte sono stati coinvolti nel progetto l’istituto culturale IN/Arch Piemonte e la casa di produzione The Good Life Studio per la parte di realizzazione del video a 360°.

La mostra è visitabile al Museo archeologico di Napoli (MANN) fino a sabato 6 ottobre. È patrocinata da Consiglio Regionale della Campania e Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.


  • Adsense slot ID 9166920842">