Tu sei qui

A "La Buta" una Verticale storica con degustazioni di Barbera d'Asti e Nizza

-

 

Si è svolta ieri sera, all’enoteca La Buta nel centro storico di Asti, la prima "verticale storica" di degustazione di quindici grandi bottiglie d’annata, di altrettanti grandi produttori di Barbera dell’Astigiano. La serata è stata organizzata dalla Fis, Fondazione italiana sommelier, insieme al Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato.

Quindici le pregiate etichette dal 1996 al 2011 che sono state prima presentate dai rispettivi produttori e referenti di cantina, poi stappate per il pubblico presente. Si è trattato di bottiglie da invecchiamento, frutto della lungimiranza delle aziende astigiane e del vitigno Barbera, che ha tutte le carte in regola per produrre bottiglie che, dopo molti anni, continuano a emozionare e ad arricchire le carte dei vini dei migliori ristoranti del mondo.

Per la prima volta ad Asti, allo stesso tavolo - ha affermato il presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, Filippo Mobrici - abbiamo riunito alcuni dei piú autorevoli rappresentanti della filiera vino. Scopo della degustazione, è stato dimostrare, ancora una volta, che la Barbera è un grande vino da invecchiamento. La sua grande forza. Abbiamo produttori che mettono mano e cuore ogni giorno in cantina. Da molti anni e da diverse generazioni, producono bottiglie che portano in giro per il mondo il nome di Asti e delle colline del Monferrato, patrimonio Unesco con Langhe-Roero”.

"La Barbera - ha commentato l’assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, Giorgio Ferrero - continua ad essere un vitigno su cui scommettere, che sta crescendo e continuerà a farlo”.

Grazie per aver riportato ad Asti il Barbera” ha aggiunto l’assessore al Turismo del Comune di Asti, Loretta Bologna. “Voi produttori - ha aggiunto - siete i veri motori della nostra economia”.

Sono contento che finalmente siamo riusciti ad organizzare una serata sulla Barbera di questa caratura è il commento di Bruno Violato Fiduciario della Fondazione Italiana Sommelier per Asti e Cuneo - Ringrazio il Presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato Filippo Mobrici per il sostegno nell’organizzazione di questo evento che celebra la longevità di questo grande vitigno.”

Ha moderato l’incontro il giornalista del quotidiano La Stampa, Franco Binello.

Le aziende presenti con le loro bottiglie storiche erano: BAVA con Stradivario Barbera d’Asti docg Superiore 2010; BERSANO VINI con La Generala Barbera d’Asti docg Superiore Nizza 2000; CASCINA CASTLET con Passum Barbera d’Asti docg Superiore 2007; CASCINA LA BARBATELLA con Vigna dell'Angelo Barbera d'Asti docg Superiore Nizza 2010;  COPPO con Pomorosso Barbera d'Asti docg Superiore 2000; DACAPO con Vigna Dacapo Barbera d’Asti docg Superiore Nizza 2007; FRANCO ROERO con Il Professore Barbera d’Asti docg 2009; GUASTI CLEMENTE con Barcarato Barbera d’Asti docg Superiore 1998; LA SPINETTA con Barbera d’Asti docg Superiore 2005; MARCHESI ALFIERI con Alfiera Barbera d’Asti docg Superiore 2011; MICHELE CHIARLO con La Court Vigna Veja Barbera d’Asti docg Superiore Nizza 2011; ROBERTO FERRARIS con La Cricca Barbera d’Asti docg Superiore 2004; SCARPA con La Bogliona Barbera d’Asti Superiore 1996; TENUTA OLIM BAUDA con Barbera d’Asti docg Superiore Nizza 2010; VINCHIO VAGLIO con Sei Vigne Insynthesi Barbera d’Asti Docg Superiore 2001.

Commenta con il tuo account Facebook!