Tu sei qui

Costigliole d'Asti, la barbera si è confermata il "Gusto del Territorio"

-

Un Banco d’Assaggio con oltre 150 Barbere nella splendida cornice della Cantina dei Vini e il fascino del castello con il suo fitto calendario di appuntamenti culturali ed enogastronomici programmati nei quattro giorni di degustazione, hanno contribuito allo straordinario successo della 25esima edizione appena conclusa di quello che è diventato il più importante appuntamento annuale dedicato al vino Barbera nelle sue molteplici espressioni territoriali. 

A confermarlo sono le parole del sindaco Nanni Borriero, dell’Assessore all’Agricoltura Filippo Romagnolo,  dell’Assessore al turismo Michela Surano, e quelle di Giorgio Gozzellino, Presidente della Cantina dei Vini che è stata il cuore pulsante della manifestazione.

A certificarlo sono le presenze e i numeri: oltre mille bottiglie stappate e più di 3 mila le persone che hanno varcato la soglia della Cantina, dove si è registrato il “sempre esaurito”, così anche alle degustazioni guidate, curate da Ais, Onav, Associazione Barbera & Barbere, Fisar, Polo Universitario di Asti e Icif.

Particolare rilievo, ha avuto il riconoscimento attribuito nella giornata inaugurale ai “Viticoltori della Barbera d’Asti - Patrimonio dell’Umanità” alla presenza del Viceministro Andrea Olivero, dell’Assessore regionale, Giorgio Ferrero e di numerose altre autorità.

A farlo notare con soddisfazione è Filippo Mobrici, anima e Presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato che ha fortemente sostenuto l’iniziativa e che da inizio anno ha sede nel castello di Costigliole.

Espressi vivi apprezzamenti sui social dai tanti visitatori per la qualità e l’organizzazione del Banco d’Assaggio nella Cantina.

Commenta con il tuo account Facebook!