Tu sei qui

Canelli, taglio del nastro per l'Asilo Specchio dei Tempi: ristrutturazione completata

-

Si terrà sabato prossimo, 11 novembre alle ore 15.30 il taglio del nastro dell'Asilo "Specchio dei Tempi", a seguito dei lavori di ristrutturazione recentemente conclusi, alla presenza del Presidente Chiamparino, dell' On.Cirio, dell' On. Dellai e dell' On. Zamberletti.

Tra i numerosi interventi realizzati dalle giunte Gabusi per migliorare l'edilizia scolastica, la ristrutturazione dell'asilo Specchio dei Tempi è certamente l'opera di maggior rilievo per la quale è stato ottenuto un contributo tramite mutuo Bei (Banca Europea degli investimenti) di 800 mila euro cofinanziato con 60 mila euro del Comune di Canelli. 

"L'azione di riqualificazione, durata quasi 24 mesi, ha interessato l'intero edificio, il quale, non è stato solo consolidato dal profilo strutturale ed impiantistico (nuovi impianti elettrici e idraulici) ma anche ammodernato e reso più confortevole grazie alla ristrutturazione delle aule e degli spazi comuni.

Grazie alla preziosa collaborazione con l'Ing. Davide Mussa siamo riusciti a restituire una scuola sicura e a contenere, compatibilmente alla difficoltà delle opere, i disagi per l'utenza" afferma l'Assessore all'Istruzione, Angelica Corino.

 

" Si completa il nostro programma di interventi in materia di edilizia scolastica, con investimenti per circa 2 milioni di Euro in 8 anni. Siamo orgogliosi di aver messo i nostri bambini in condizioni oggettivamente migliori sia dal punto di vista qualitativo che di sicurezza. Ciò nonostante siamo in attesa dei bandi per edilizia scolastica 2018/2020 perché vogliamo lasciare alle future amministrazioni un importante programma di lavori e di finanziamenti in questo settore, testimonianza di serietà ed impegno di questa Giunta" dichiara il sindaco Marco Gabusi.

" L'inaugurazione sarà un'occasione di festa per tutta la nostra città impreziosita da ospiti di primo piano che certificano la centralità di Canelli nel panorama piemontese" conclude il primo cittadino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta con il tuo account Facebook!