Tu sei qui

Asti, dipendenti bar - edicola Ospedale: firmato in Prefettura accordo per l'assunzione a tempo determinato

-

Questa mattina, alla presenza del Prefetto di Asti, Paolo Formicola, è stato sottoscritto dall’ASL AT, dalla sua società in house AMOS Scrl e da FISASCAT CISL e UILTuCS UIL, il verbale di accordo finalizzato all’assunzione a tempo determinato di tutti i dipendenti del bar edicola del Presidio Ospedaliero Cardinal Massaia di Asti, in precedenza alle dipendenze della società Symposion srl, già appaltatrice del servizio.

All’incontro hanno partecipato, oltre alle lavoratrici e ai lavoratori interessati, Anna Ceria, Direttrice amministrativa dell’ASL AT, Livio Tranchida, Direttore generale di AMOS Scrl, accompagnato da Fabrizio Delmastro e Gianpiero Brunetti, Stefano Calella per FISASCAT CISL e Francesco Di Martino, per UILTuCS UIL.

La sottoscrizione dell’accordo può essere considerato l’atto finale di una lunga vertenza aziendale, che la Prefettura di Asti ha seguito, con tutti i soggetti interessati, sin dal febbraio scorso, finalizzato, in particolare, alla tutela degli emolumenti economici maturati dal personale del bar edicola nell’ambito della pregressa gestione, nonché al mantenimento dei precedenti livelli occupazionali.

Anna Ceria, evidenziando il carattere innovativo della gestione in house di un servizio non “core” dell’ASL, abitualmente esternalizzato, ha ringraziato AMOS per la disponibilità manifestata al conferimento e all’assorbimento dei lavoratori e FISASCAT CISL e UILTUCS per la lucidità e la correttezza dei rapporti sindacali instaurati.

Vivo apprezzamento per la conclusione del percorso intrapreso è stato altresì espresso da Stefano Calella e Francesco Di Martino, che, anche a nome delle maestranze, hanno voluto ringraziare, oltre ad ASL e AMOS, anche la Prefettura di Asti per come ha seguito la vicenda, agevolando, in ogni sua fase, il perseguimento dell’interesse generale.

Livio Tranchida, dal canto suo, ha espresso soddisfazione per la vicinanza delle Istituzioni interessate, evidenziando altresì il nuovo status e le connesse responsabilità delle lavoratrici e dei lavoratori che passeranno alle dipendenze di AMOS.

Il Prefetto, in chiusura, ha espresso il suo "più vivo compiacimento per la sensibilità dei vertici dell’ASL AT nei confronti delle aspettative dei dipendenti interessati e per la disponibilità di AMOS Scrl ad avviare un percorso innovativo, in un’ottica espressamente orientata alla tutela dei lavoratori e a garantire all’utenza ospedaliera un servizio di qualità".

 

Commenta con il tuo account Facebook!