Tu sei qui

Arriva Vinissage, Asti diventa per due giorni Capitale del vino biologico italiano

-

Torna Vinissage, la mostra mercato di vini biologici, biodinamici e naturali alla sua 11ma edizione, il 6 e 7 maggio nella nuova sede di Palazzo Ottolenghi a Asti. E’ uno dei più importanti appuntamenti italiani dedicati al mondo della viticultura biologica, naturale e consapevole. Un vero e proprio fiore all’occhiello dell’intensa primavera astigiana. Oltre 3 mila gli ingressi nella passata edizione  di varia e ampia provenienza.

Convinto il sostegno della Regione Piemonte e dell’assessore Giorgio Ferrero, tra i primi a credere nel vino biologico. “Un passaggio culturale notevole, oggi coltura ricercata - secondo il consigliere regionale Angela Motta - che fa tesoro dell’esperienza dei vignaioli e dell’impegno richiesto da questo tipo di produzione”.

La due giorni, organizzata da Città di Asti in collaborazione con l’associazione delle Città del Bio, e Officina Enoica, nasce nel 2005 per promuovere e avvicinare appassionati e neofiti al mondo del vino biologico attraverso l’incontro e il dialogo diretto con i produttori.

La formula di Vinissage è semplice - lo spiega bene l’assessore all’Agricoltura e Manifestazioni Andrea Cerrato - Intanto non è un’enoteca: saranno in degustazione solo i vini dei produttori, sessantasei di quasi tutte le regioni italiane, e poi è un’occasione ricca di appuntamenti, all’insegna del benessere, nell’anno del Monferrato European Community of Sport 2017”.

Anteprima venerdì 5 maggio alla 18 a Palazzo Mazzetti con la presentazione della Guida Slow 2017 e relative degustazioni in abbinamento ai prodotti dei presidi Slow food. Alle 20 (su prenotazione) puntata a Frinco alla Casa dell’Architetto per “Ad ogni cibo il suo vino, ad ogni vino il suo cibo”.

Sabato dalle 15 (alle 20.30 e poi al Diavolo Rosso) inaugurazione a Palazzo Ottolenghi con una serie di eventi, anche domenica, dalle 10.30 alle 19. Alle 18 Esperienza (Bio)vermouth, laboratorio curioso condotto da Fulvio Piccinino e alle 21 sul palco (del) Diavolo Rosso, in occasione dei 100 anni del Giro d’Italia, lo spettacolo a ricordare l’astigiano più famoso che vi partecipò.

In entrambi i giorni nei cortili interni di Palazzo Ottolenghi Italia del Bio mercato agroalimentare con i produttori e le loro eccellenze. A cura di Associazione Città del Bio, Coldiretti e Confagricoltura.

Coinvolti gli studenti delle scuole secondarie del Liceo Monti (visite guidate), e degli Istituti Castigliano (gadget) e Penna.

Il biglietto di Vinissage permetterà la visita a prezzo ridotto di Palazzo Mazzetti il magnifico edificio storico del centro, con le mostre dedicate a Valerio Miroglio e Giorgio Ghiazza, come pure la visita gratuita (sabato) alle sale nobili di Palazzo Ottolenghi e al Museo dell’Immaginario di Antonio Catalano. Poco distante al Museo Palentologico la mostra "Cetacea. Atlante immaginario di balene e altri animali" di Sergio Brumana.

Benaugurante il Sindaco Fabrizio Brignolo:un evento importante che torna nel Centro storico per alimentare, come per la Douja d’Or l’autorcoscienza di Asti città attrattiva di turismo, cultura e buon cibo”.

Wine lovers, slow trotters, amanti del turismo di esperienza, appuntamento quindi con Vinissage.

Commenta con il tuo account Facebook!