Territorio & Eventi

La "Julio & Ernest Gallo" il vino californiano mondiale con origini a Fossano e Agliano

Scritto da La redazione Lunedì, 30 Apr 2018 - 0 Commenti

Giuseppe e Michele Gallo, emigrano da Fossano (Cuneo) in California. Nello stesso periodo da Agliano d’Asti, Assunta (Susy) e Celia Bianco, raggiungono il padre Battista emigrato nel 1892 in America. Oggi multinazionale presente in 86 Paesi, con 3 mila 500 dipendenti, un fatturato di oltre 1,3 miliardi di dollari e produce 56 milioni di casse di vino all’anno.

La storia del primo produttore mondiale di vino parte dal Piemonte quando Giuseppe e Michele Gallo, emigrano da Fossano (Cuneo) in California.

Nello stesso periodo da Agliano d’Asti, Assunta (Susy) e Celia Bianco, raggiungono il padre Battista emigrato nel 1892 in America, dove avviò una piccola produzione vitivinicola. Giuseppe (Joe) e Michele (Mike) Gallo si stabiliscono ad Oakland.

Giuseppe è un gran lavoratore ossessionato dalla precisione, dalla disciplina e dal rigore, Mike invece è un avventuriero che finisce fra i cercatori d’oro, si inventa piccole truffe e pensa di poter far fortuna con il vino.

Ad Handford, Joe e Mike incontrano le sorelle Susy e Celia Bianco e nei primi anni del '900 decidono di sposarsi; Susy e Joe si trasferiscono a Jackson dove gestiscono una pensione per i cercatori d’oro e dove il 18 marzo 1909 nascerà Ernest e l’anno successivo Julio.

La corsa all’oro svanisce presto e gli sposi ritornano ad Oakland dove esiste una numerosa comunità italiana, aprono una nuova pensione ed affidano Ernest ai nonni materni fino all’età di sei anni. L’attività della pensione e quella del bar procedono bene sino all’introduzione di leggi restrittive per la vendita del vino e sono costretti a chiudere il bar e la pension.

Joe decide di acquistare dei vigneti. Nel 1923 i prezzi delle uve riprendono a crescere passando da 7-8 dollari alla tonnellata, prima del proibizionismo, a 120 dollari alla tonnellata. Viene acquistata una proprietà di 10 ettari a Modesto, a 90 miglia a sud-est di San Francisco.

I figli Julio e Ernest si occupano della cura dei vigneti ed iniziano la "Grande Avventura"; nel 1933 affittano un magazzino, prendono dei macchinari a credito per la pigiatura dell’uva ed avviano la loro attività in un paese in cui la cultura parlava solo di birra e whisky. Puntano sulla quantità, con il motto “sincerità con il vino”.

Il successo arriva ben presto avvalendosi delle canzonette pubblicitarie in radio e televisione che diventano successi nazionali e contribuiscono all’esplosione delle vendite. Vendere il miglior vino nella categoria di qualità medio-bassa a prezzi imbattibili in piccole damigiane da sei o sette litri.

Gli americani erano affascinati dal vino, ma potevano permettersi una bottiglia di vino italiano o francese dai costi elevati e per far bella figura, ad esempio in un party, dove si poteva offrire vino a volontà, con un sapore gradevole, molto adatto e tagliato sul gusto del consumatore. Così i Gallo inventarono un mercato che non esisteva! Ernest alla metà del '900 diventò leggendario per le sue tecniche di marketing, poi raccolte in un volume di oltre 300 pagine con quiz, grafici, illustrazioni e persino barzellette adatte a tutte le occasioni.

Furono lanciati nuovi prodotti come i Cooler, un prodotto dissetante, mezzo vino e mezzo bibita, poi uno champagne, il brandy, lo sherry, il vermouth; furono avviate anche le produzioni di Cabernet e Chardonnay, sperimentazioni su vigneti ed uve che offrivano una qualità elevata e che conquistarono ben 300 premi in ambito internazionale, furono acquistati nuovi terreni, una fabbrica di bottiglie con una produzione di 2 milioni di pezzi al giorno, una fabbrica di tappi per bottiglie e una compagnia di distribuzione con una importante flotta di camion.

Oggi la "Julio & Ernest Gallo" è una multinazionale presente in 86 Paesi, ha 3 mila 500 dipendenti, un fatturato di oltre 1,3 miliardi di dollari e produce oltre 56 milioni di casse di vino all’anno.

Giancarlo Libert

(dal volume dell’autore, L’emigrazione Piemontese nel Mondo, Chivasso 2009)


  • Adsense slot ID 9166920842">