Sport

Juve, buona la prima a Parma (1 a 0). Preoccupa la salute di Sarri, tifosi in ansia

Scritto da La redazione Sabato, 24 Ago 2019 - 0 Commenti

Decide Chiellini. Bianconeri ancora in rodaggio: dominio per un tempo e mezzo, finale in affanno. In città si rincorrono voci che parlano di un problema di salute più serio per il tecnico bianconero.

La Juventus è ancora in rodaggio e non al meglio della condizione fisica, ma seppur con una prova non trascendentale i campioni d’Italia riescono a passare all’esordio in campionato sul campo del Parma (1 a 0) Ci si aspetta la zampata dei grandi campioni bianconeri, ma a decidere l’incontro è un tocco malizioso in mischia di capitan Chiellini.

Il tandem Sarri-Martusciello dà fiducia a Higuain, schierato titolare nel tridente assieme a Costa e Ronaldo. A centrocampo Khedira e Matuidi proteggono Pjanic, mentre in difesa spazio al tandem Bonucci-Chiellini. I nuovi acquisti De Ligt, Danilo e Rabiot sono in panca. La Juve parte bene, sfiora un paio di volte il gol con Cr7 ma è salvata da Szczesny al 15′ sulla girata pericolosa di Inglese.

Al 21′ i bianconeri passano: Sepe respinge di pugno su calcio d’angolo, Alex Sandro ci prova al volo e Chiellini in mischia trova il tap-in vincente. Al 29‘ Ronaldo potrebbe raddoppiare ma, dopo uno scambio con Higuain, conclude clamorosamente a lato da due passi. Il portoghese si riscatta al 34′: assist di Douglas Costa, finta su Bruno Alves e tiro vincente in diagonale. Gran gol, ma il Var annulla per fuorigioco.

Nella ripresa, il  risultato resta in bilico e gli emiliani ci credono fino alla fine, anche perché la Juve accusa un evidente calo fisico. Higuain lascia spazio a Bernardeschi, con Ronaldo centravanti, e i bianconeri preferiscono gestire la situazione anziché affondare il colpo. Il risultato non cambia e alla fine la Vecchia Signora può esultare per i primi tre punti in serie A.

PARMA-JUVENTUS 0-1

Parma: Sepe; Laurini, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman (32′ st Grassi), Barillà (40′ st Karamoh); Kulusevski (12′ st Siligardi), Inglese, Gervinho.  All. D’Aversa

Juventus: Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira (18′ st Rabiot), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa (26′ st Cuadrado), Higuain (38′ st Bernardeschi), Cristiano Ronaldo.  All. Sarri (in panchina Martusciello)

Marcatori: 21′ pt Chiellini

Arbitro: Maresca di Napoli

“È più di una polmonite?” In città si rincorrono voci che parlano di un problema di salute più serio per il tecnico bianconero

 

Torino non è proprio una città fortunata. Soprattutto di questi tempi. E soprattutto nel calcio. La speranza è quella che siano solo voci che si susseguono in città di ora in ora. Voci di popolo che, da cronisti, abbiamo il dovere di raccogliere.

Dopo Mihajlovic, alle prese con una leucemia con la quale sta lottando coraggiosamente da settimane, si dice – il condizionale è d’obbligo – che l’allenatore della Juventus avrebbe un problema di salute più grave rispetto alla polmonite annunciata.

Maurizio Sarri sarebbe già in cura presso la clinica Fornaca e chi la conosce sa bene in cosa è specializzata. C’è chi parla addirittura di una malattia grave, chi addirittura di un tumore, ma ovviamente l’auspicio è che tutte queste voci non siano affatto vere.

 Di sicuro salterà anche la seconda partita in programma sabato prossimo contro il Napoli, sua ex squadra.