Tu sei qui

Torino, commentario in cinese sull'autobus turistico city sightseeing

-

 

Anche l’autobus turistico City Sightseeing parla cinese (dal 27 marzo) grazie alla collaborazione con l’Istituto Confucio dell'Università di Torino. Un benvenuto ai potenziali turisti cinesi che giungeranno a Torino in concomitanza di Expo 2015.

Come sottolinea Maurizio Montagnese, Presidente di Turismo Torino e Provincia “La Cina è il mercato turistico con più potenziale al mondo; nel corso di questo anno speciale ricco di eventi auspichiamo di attirare un buon numero di turisti cinesi del milione previsti a Milano per Expo; sono turisti che viaggiano per cultura, shopping, enogastronomia e che quindi troveranno sicuramente interessante la nostra destinazione”.

A tal fine, Torino si sta preparando per accogliere al meglio i nuovi turisti rendendo fruibile le tre linee del City Sightseeing (centro storico, Torino inedita e Residenze Reali) ai turisti cinesi grazie al commentario in lingua tradotto dall'Istituto Confucio; commentario che può essere provato di persona, oggi, durante il primo CHINESE DAY organizzato da Turismo Torino e Provincia! Gli ospiti cinesi, invitati dall’Istituto Confucio (Console cinese di Milano, Università, Politecnico, 5 Associazioni cinesi) potranno visitare la città, durante l’arco della giornata, comodamente seduti a bordo e testare di persona il commentario.

Tale iniziativa si inserisce in un più ampio percorso verso il mercato cinese iniziato da Turismo Torino e Provincia nel 2013 e che ha visto: la traduzione in cinese della brochure di destinazione; l’organizzazione, in collaborazione con l’Istituto Confucio dell'Università di Torino, di corsi di formazione mirati per il personale degli uffici del turismo, per le guide turistiche, per gli addetti museali e per gli studenti di lingua cinese dell'Università di Torino; il lancio del concorsoLa mia Torino si racconta in cinese” al quale sono stati invitati tutti gli studenti universitari Cinesi - iscritti al Politecnico di Torino, all’Università degli Studi di Torino e ad altri corsi parauniversitari con sede a Torino (circa 1500 solo al Politecnico di Torino) a partecipare mediante la realizzazione di un video che racconti la città dal loro punto di vista;

la messa on line del microsito in cinese www.turismotorino.cn e l’apertura del canale cinese Youku (corrisponde a You Tube).

Grazie al lavoro di traduzione del commentario delle tre linee del City Sightseeing e del sito è stato realizzato un glossario italiano-cinese, relativo ai nomi di luoghi, personaggi, piatti tipici ed eventi, che presto verrà pubblicato.

Turismo Torino e Provincia si è mosso con grande intelligenza verso il mercato cinese, anticipando una direzione verso cui si stanno orientando molte destinazioni turistiche italiane ed europee - commenta Barbara Leonesi, direttore dell'istituto Confucio e docente di Lingua cinese dell'Univeristà di Torino - grazie all'ottima sinergia fra Turismo Torino e Provincia, Università e Istituto Confucio si è offerta formazione specifica agli operatori del settore e agli studenti, si è tradotto il materiale turistico di base, Torino molto più di altre destinazioni italiane è oggi pronta ad accogliere il turista cinese”.

Ed infine, ma non per importanza, due le grandi notizie di questi giorni, la prima: Turismo Torino e Provincia è stata riconosciuto dalla giuria internazionale del CTW “Chinese Tourist Welcome Award”  fra coloro che  si sono distinti come fornitori di servizi del settore rivolto al mercato turistico cinese.

Turismo Torino e Provincia ha vinto uno dei COTRI CTW Award 2015; il COTRI (China Outbound Tourism Research Institute) è il più importante Istituto di Ricerca Europeo, con sede ad Amburgo, specializzato sul mercato turistico cinese. La categoria specifica sarà resa pubblica durante la cerimonia di premiazione a Pechino, mercoledì 15 aprile durante la fiera COTTM 2015, e per Turismo Torino e Provincia ritirerà il premio Antonella Decandia sinologa fondatrice di Orientalia Lab.

La seconda: Torino è entrata a far parte della World Tourism Cities Federation (WTCF), organizzazione non-governativa e non-profit che raggruppa un centinaio di città da tutto il mondo e che ha sede a Pechino.

Con l'obiettivo di "migliorare con il turismo la vita delle città", la Wtcf opera su base volontaria e promuove le metropoli come attrazioni turistiche. Il programma della World Tourism Cities Federation prevede attività di comunicazione e cooperazione tra gli associati, scambio di esperienze, discussioni sui temi d' attualità, piani congiunti per rafforzarsi sui mercati più strategici e per migliorare i livelli dell'offerta turistica.

Non da ultimo, la promozione di uno sviluppo più armonioso delle metropoli sul piano socio-economico. Le altre città italiane che aderiscono alla WTCF sono Roma e Milano.

 

 

 

 

Commenta con il tuo account Facebook!