Tu sei qui

Scritturapura diffida Fazi Editore per il best seller turco di Sabahattin Ali

-

“I diritti di esclusiva per l'Italia sono nostri. Non potete pubblicare "La Madonna con il cappotto di pelliccia" (Kurk Mantolu Madonna) di Sabahattin Ali fino al 2019”, scrivono i suoi legali.

Si rinnova il duello fa Davide e Golia sul romanzo best seller in Turchia del romanziere turco assassinato nel 1948, divenuto un caso editoriale dopo i fatti di Gezi Park.

Il romanzo, ripubblicato in Turchia nel 2013 è uscito per la prima volta in Italia per iniziativa di Scritturapura Casa Editrice fin dal 2015 e diffuso da allora a livello nazionale, nelle maggiori fiere e sulle piattaforme IBS e Amazon.

Alcuni giorni fa, in occasione della visita a Roma di Erdogan l'editore romano Fazi ha annunciato l'uscita in febbraio di una propria edizione dell'opera.

Pronta la reazione di Scritturapura che ha diffidato Fazi Editore dalla pubblicazione del volume ribadendo il proprio diritto di esclusiva ancora per il 2018, con la richiesta di rettifica della notizia su tutti i canali utilizzati entro tre giorni.

Di fronte alla risposta a firma Elido Fazi, ritenuta sprezzante e fortemente lesiva dei diritti e dell'immagine della casa editrice, Scritturapura ha ribadito per vie legali la propria posizione.

Il romanzo di Sabahattin Ali, una bellissima storia d'amore, una delle opere più importanti della letteratura turca, è stato riscoperto settant’anni dopo la sua prima uscita. Nei giorni delle proteste di Piazza Taksim, a Istanbul, “le copie di La Madonna col cappotto di pelliccia erano le più popolari tra quelle della biblioteca di Gezi Park”, scrisse Feride Cicekoglu, altra autrice turca pubblicata in Italia da Scrittruapura.

Ampio spazio gli riservò il londinese Guardian.

A distanza di tre anni il libro è ancora in molte librerie italiane (quelle che non lo hanno, lo possono richiedere a Messaggerie) ed è facilmente acquistabile via Internet dalle piattaforme IBS e Amazon (www.scritturapura.it).

Scritturapura è una piccola casa editrice indipendente con radici in provincia, ma attenta a ciò che si muove nelle periferie d'Europa. La scelta di portare in Italia il romanzo di Sabahattin Ali è stata fatta oltre quattro anni fa e testimonia un impegno che continua.

Scritturapura ha pubblicato anche opere di Feride Cicekoglu e Perihan Magden e proporrà prossimamente un romanzo di Ahmet Umit, altro autore turco di primissimo piano.

“La guerra alle fake news si fa anche ricorrendo alle tutele legali, quando non basta il fair play” - chiosa Carlo Cerrato, ex giornalista Rai e coeditore di Scritturapura.

Commenta con il tuo account Facebook!