Tu sei qui

La Regione Piemonte introduce i voucher scuola

-

Sarà attivo a partire dal 18 dicembre 2017 il voucher scuola della Regione Piemonte, una sorta di ticket virtuale, che, per la prima volta, i cittadini piemontesi potranno impiegare per gli acquisti legati al diritto allo studio.

A beneficiarne le circa 20 mila famiglie inserite nella graduatoria regionale approvata nei giorni scorsi e relativa a due tipi di spese: quelle per le rette scolastiche di iscrizione e frequenza; oppure quelle relative all’acquisto di libri di testo, materiale didattico, dotazioni tecnologiche funzionali all’istruzione, attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa e trasporto scolastico.

Le modalità di utilizzo del voucher sono state rese note in conferenza stampa dall’assessora regionale all’Istruzione, Gianna Pentenero e dalla dott.ssa Anna Maria Del Vescovo di Edenred, la società con cui la Regione ha attivato la convenzione per l’erogazione dei ticket.

“L’introduzione del voucher – ha spiegato Pentenero – rappresenta per il Piemonte una novità importante che, d’ora in avanti, consentirà  di superare definitivamente lo storico disallineamento tra l’emissione dei bandi e la consegna dei contributi, dando finalmente alle famiglie piemontesi la possibilità di acquistare direttamente beni e servizi legati all'istruzione.

“La rete dei distributori di beni e servizi in cui spendere il voucher – ha aggiunto Pentenero – verrà via via implementata, grazie a una modalità semplice che consentirà agli esercenti, in qualunque momento e senza costi, di aderire”.

Come funziona il voucher

L’utilizzo è molto semplice. I beneficiari, che entro il 18 dicembre riceveranno un sms o una e-mail con l’indicazione dell’effettiva attivazione del voucher, si vedranno riconosciuto con la tessera sanitaria-carta nazionale dei servizi l’importo loro assegnato dalla Regione.

Per poterne fruire, quindi, non dovranno fare altro che recarsi  in uno dei distributori di beni e servizi convenzionati sul territorio regionale (l’elenco completo sarà disponibile dai prossimi giorni sul portale www.edenred.it  e sul sito della Regione Piemonte) e presentare la tessera sanitaria: collegandosi a Internet, l’esercente scalerà l’importo relativo all’acquisto di libri, materiale didattico o strumenti tecnologici.

Allo stesso modo, presentando la tessera sanitaria presso la scuola statale o paritaria frequentata dallo studente, potranno sostenere direttamente le spese relative all’iscrizione e frequenza o alle attività integrative previste dai piani dell’offerta formative (ad esempio le gite scolastiche).

 

Alcuni esempi di beni e servizi acquistabili tramite voucher:

-         Rette di iscrizione e frequenza

-       Libri di testo nuovi o usati, cartacei o digitali; vocabolari; materiali didattici rivolti ad allievi disabili, con disturbi specifici di apprendimento o con esigenze educative speciali

-       Dotazioni tecnologiche come pc, tablet, lettori e-book; programmi e sistemi operativi a uso scolastico; materiale per l’archiviazione di dati come chiavette Usb, hard disk esterni, memory card; calcolatrici elettroniche; materiali per il disegno; strumenti musicali richiesti per l’attività didattica; strumenti laboratoriali

-      Attività integrative previste dai piani dell'offerta formativa, comprese le visite di istruzione

-      Titoli di viaggio per il trasporto scolastico.

 

Validità del voucher

Il voucher potrà essere spes

Commenta con il tuo account Facebook!