Tu sei qui

Adotta uno Scrittore: Alessandro Leogrande alla Casa Circondariale di Saluzzo

-

Adotta uno Scrittore, 27 autori in altrettante scuole per immergersi con gli studenti nella lettura e nella scrittura. Prossimo appuntamento 20 aprile, Casa Circondariale "Rodolfo Morandi” di Saluzzo con Alessandro Leogrande.

Quante sono le frontiere che attraversano il mondo contemporaneo? Chi le attraversa? Chi le mette in discussione? Chi vuole invece presidiarle come fossero un fortino? 

Queste sono alcune delle domande che lo scrittore Alessandro Leogrande, editorialista del “Corriere del Mezzogiorno” e di “Internazionale” e conduttore di trasmissioni per Radio 3, ha fatto confluire nei suoi lavori, in particolare nel suo recente La frontiera (Feltrinelli).

È da questo tema fortemente attuale che prende avvio il percorso che lo scrittore ha compiuto, a partire dal 4 aprile, assieme ai detenuti della Casa Circondariale “Rodolfo Morandi” e agli studenti del Liceo Artistico Soleri-Bertoni di Saluzzo, per il progetto “Adotta uno scrittore” con cui il 30° Salone del Libro di Torino, in programma dal 18 al 22 maggio, “entra” nel corso del 2017 in 27 luoghi di formazione del territorio piemontese.



Un tracciato fatto di tre incontri che si conclude il 20 aprile con l’ultimo appuntamento in programma dalle ore 12.15 alle ore 15.45 presso la Casa Circondariale “Rodolfo Morandi” di Saluzzo.

Il carattere estremamente formativo dell’esperienza è riassunto nel post che Leogrande ha scritto sul BookBlog - la sezione blog di “Adotta uno Scrittore”:

“Ho ripensato molto all’intervento di un detenuto italiano che, a incontro finito, mi si è avvicinato chiedendomi a bruciapelo: ‘Perché hai citato Apocalisse 21 all’inizio del tuo libro?’ E qui a rimanere sorpreso sono stato io. Non solo perché una domanda del genere – stranamente – non me l’aveva rivolta nessuno, ma soprattutto perché il mio interlocutore era stato tra i pochi a cogliere la dimensione religiosa, utopica, rivelatrice che si annida nei viaggi dei migranti ogni giorno. Religiosa nel senso che rimanda alla ricerca di una dimensione altra, della vita oltre la sua possibile dissipazione… All’incontro non hanno partecipato solo i detenuti, ma anche alcuni studenti di Saluzzo. Ed è stato proprio questo incontro, questo reciproco confrontarsi da prospettive, età, convinzioni, posizioni diverse, seduti in cerchio in una stanza, ad aver creato – per molti dei presenti, credo – quasi uno stato di sospensione”.

“Adotta uno scrittore” è un progetto di riferimento nel settore a livello nazionale che si concentra sul territorio di riferimento del Salone del Libro, animando tutto il Piemonte, ed è realizzato grazie al sostegno dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte e in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte - Direzione Generale Regionale.

Un’iniziativa riconosciuta in Italia come uno dei più originali ed efficaci progetti di promozione della lettura e della scrittura fra i giovani: in 15 anni sono state 314 le adozioni, che hanno coinvolto 9.750 ragazzi, 4 case di reclusione, 1 ospedale e ha permesso a 128.000 studenti di entrare gratuitamente al Salone Internazionale del Libro grazie all’Associazione delle Fondazioni di origine Bancaria del Piemonte.

Insieme alla novità di quest’anno, rappresentata dall’allargamento alle scuole elementari e medie, viene anche confermato il lavoro degli scrittori in tre istituti carcerari: l’Istituto Penale per i Minorenni «Ferrante Aporti» di Torino, la Casa di reclusione «Rodolfo Morandi» di Saluzzo e la Sezione femminile della Casa Circondariale «Lorusso e Cotugno» di Torino, con il coinvolgimento di Shady Hamadi, Alessandro Leogrande, Valeria Parrella.

Nei diciotto istituti superiori, a dialogare coi ragazzi, confrontandosi liberamente con loro, entrando nelle realtà quotidiane in cui vivono, rispondendo a quesiti talvolta personali, parlando di libri, di scrittura ma anche di emozioni, di vita, raccontandosi in un clima rilassato e creativo, saranno: Roberto Alajmo, Silvia Ballestra, Giacomo Bevilacqua, Giulia Blasi, Luigi Bolognini, Lorena Canottiere, Ugo Cornia, Domenico Dara, Gabriele Di Fronzo, Pietro Grossi, Loredana Lipperini, Giordano Meacci, Eric Minetto, Demetro Paolin, Giuliano Pesce, Romana Petri, Marco Rossari, Elena Stancanelli.

Commenta con il tuo account Facebook!