Territorio & Eventi

Inaugurata la "panchina gigante" di Villa San Secondo

Scritto da La redazione Lunedì, 24 Giu 2019 - 0 Commenti

Ormai sono oltre 50 ed il numero continua ad aumentare, è nato così il progetto Big Bench Community, con un vero e proprio passaporto che permette di registrare attraverso un timbro, ogni panchina realmente visitata.

Ieri pomeriggio si è inaugurata una panchina gigante a Villa San Secondo (AT) alla presenza del sindaco Luigi Barrera e del presidente della pro loco Gilberto Pavanello e della popolazione anche dai paesi vicignori, volano turistico per il territorio.

Le panchine giganti o big bench, sono delle autentiche opere d’arte moderna, poste di fronte a panorami mozzafiato e circondate da natura e silenzio. 

La prima panchina gigante è stata costruita a Clavesana (CN) da un’idea geniale di Chris Bangle che ha poi deciso di donare le sue creazioni a chiunque volesse riproporre lo stesso progetto nella propria città. 

L'inaugurazione:

Salendo sull'irto colle verso la panchina, si susseguono una moltitudine di cartelli, alcuni con ottime scritte ideate dall'artista del luogo Carla Perotto e realizzate con la tecnica pirografa dall'artista Giuliano Milani: "Mi piace tanto potermi fermare e riposare, chiudendo gli occhi e respiro il profumo della natura che mi circonda... se cerchi pace e serenità qui la trovi, godine, poi prosegui per altre mete incantate, lasciati avvolgere dal silenzio, dalla pace e dall'armonia della natura e se un'ape si posa sulla tua mano, sii felice di essere fiore... con il territorio naturale e una panchina ecco un miracolo..vivilo".

Altre scritte, salendo verso la meta che hanno alleviato la fatica sotto un sole cocente.

Prima del taglio del nastro, il sindaco e presidente della pro loco si sono soffermati sulla realizzazione di questa iniziativa oggi di moda Big Bench Community Project ed anche del lascito del terreno con una targa ricordo per i benefattori Achille e Giuseppe Bossone, grazie ad essi si è potuto realizzare l'opera.

Un ringraziamento a tutti i volontari della pro loco ed altri che si sono adoperati per la riuscita della manifestazione ed in special modo gli sbandieratori e musici del comitato Montechiaro al Palio di Asti, che hanno reso vivace la festa.

A beneficiare per primi della panchina i bambini che  l'hanno subito preso d'assalto, in un sali e scendi a perdifiato....nonostante il caldo afoso....

Come tutti i salmi finiscono in gloria, rinfresco per tutti i partecipanti.

e.rebaudengo