Cultura & Spettacoli

Il Vignale Monferrato Festival fa tappa a Casale in piazza Mazzini: "Valse" il teatro di strada

Scritto da Alberto Fumi Martedì, 26 Giu 2018 - 0 Commenti

Dal 22 giugno al 21 luglio 2018 va in scena la "IV edizione di Vignale Monferrato Festival", a cura di Piemonte dal Vivo. Su un palcoscenico a cielo aperto, decretato Patrimonio Unesco, sono in programma cinque fine settimana dedicati alla danza in molte delle sue possibili declinazioni

Farà come tappa anche a Casale Monferrato il "Vignale Monferrato Festival". Domenica prossima, 1 luglio alle 22 in piazza Mazzini si terrà lo spettacolo gratuito "Valse", a cura del Teatro Tascabile di Bergamo e per la regia di Renzo Vescovi.

"Valse" è un vero classico del teatro di strada (per approfondimenti si veda anche il link su Youtube https://www.youtube.com/watch?v=qUQ8S-gsV9A), uno spettacolo di grande impatto poetico e visivo che incanta il pubblico dal 1994, anno della sua creazione.

Otto attori – ballerini introducono il mito popolare del valzer, la sua vorticante leggerezza, lo scintillio degli sguardi e la schermaglia dei sorrisi, attraverso la storia di una bambina inquieta, sfuggita alla sorveglianza dell’abate precettore, che spalanca i grandi occhi sul mondo degli adulti.

Lo fa al Gran Ballo, dove scopre creature di un’altra dimensione e una nuova magica leggerezza. È la vertigine del valzer, la pratica del giro dei corpi abbracciati, il capolavoro di Ravel, La Valse, con il quale flirta, con scherzosa discrezione, il titolo dello spettacolo.

Uno spettacolo per spazi aperti e “ad alta quota” che Teatro Tascabile di Bergamo propone qui nella sua edizione integrale: i trampoli dilatano il concerto dei décolletés, del tulle, degli smoking in una dimensione onirico- fiabesca evocata come antidoto ai momenti meno lieti della vita. In caso di maltempo lo spettacolo sarà rinviato a data da destinarsi.

Vignale Monferrato Festival

Dal 22 giugno al 21 luglio 2018 va in scena la "IV edizione di Vignale Monferrato Festival", a cura di Piemonte dal Vivo. Su un palcoscenico a cielo aperto, decretato Patrimonio Unesco, sono in programma cinque fine settimana dedicati alla danza in molte delle sue possibili declinazioni – dal contemporaneo al neoclassico, dal ballo popolare, di tradizione, all’internazionale – e al circo.

Un Festival che vuole parlare alle persone e che per farlo parte da due domande: come si conciliano l’eredità di una manifestazione ultratrentennale, come Vignaledanza, patrimonio storico – culturale, tradizione e identità di un luogo con la nuova contemporaneità dell’arte coreutica e del circo? Come possono arte e turismo essere di efficace e reciproco sostegno?

Al quarto anno di questa nuova veste la risposta che dà Piemonte dal Vivo, forte dell’esperienza maturata globalmente come promotore culturale su tutto il territorio Piemontese, è quella di tenere lo sguardo attento tanto al meglio della produzione internazionale quanto alla comunità a cui si riferisce.





 


  • Adsense slot ID 9166920842">

Condividi questo articolo

Ti potrebbe interessare anche..

  • Torinese

    A Torino presentato “Il grande libro del Vermouth e dei liquori italiani”, una nostalgica storia infinita


  • Torinese

    Torino, presentato il libro di Dovis e Monge "Gestire il dono: il management del non profit"


  • Dal mondo

    Una traiettoria più ampia dell’Italia nel Mediterraneo


  • asti

    Teatro Alfieri di Asti - Stagione 2018/2019, annunciati altri spettacoli fuori abbonamento