Cronaca

I vini dell'estate? Arrivano anche dalla terra degli Infernot, in regione Mandoletta, appena fuori Casale

Scritto da La redazione Venerdì, 3 Ago 2018 - 0 Commenti

Armognan e La Meridiana sono un bianco e un rosato del Monferrato Casalese dai delicati aromi marini e fruttati: quelli che ti fanno sentire al mare... Li produce la Bonzano Vini.

Parliamo di vini estivi, da sorseggiare nelle giornate calde, sulle tavole imbandite dei luoghi di vacanza, nei pomeriggi assolati tra sfiziosità e il rumore delle onde o dopo una rilassante passeggiata di montagna o, perché no, sul divano di casa, mentre la fantasia vola alla ricerca del tempo perduto.   

Si ha voglia di una bocca rinfrescata, di un sollievo delle papille, di bere un calice poco impegnativo e strutturato; che sia bianco, rosato o spumante, dalla piacevole freschezza e flagrante negli aromi e nei profumi.

È tempo d’estate e allora andiamo a trovarli e a sorseggiarli questi vini. Vi porto nel Basso Monferrato Casalese, tra le arenarie della Pietra da Cantoni, dove, antichi Infernot, oggi Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO, custodiscono vini figli di un terroir unico, composto da sedimenti marini antichi di oltre 20 milioni di anni.

Ed eccoli, pronti da bere, freschi, fortemente minerali e incredibilmente gastronomici, possiamo definirli “marini” i due vini prodotti nella Tenuta Mandoletta di proprietà della famiglia Bonzano, viticoltori in Monferrato: l’Armognan, Monferrato Bianco Doc e La Meridiana Rosato. Mettiamoli nel calice e assaggiamoli...

L’Armognan – Monferrato Bianco Doc – prende il nome dall’“albicocca” in dialetto piemontese. Di colore giallo paglierino luminoso, al naso esprime belle note agrumate e caratteristici ricordi proprio di albicocca. In bocca è fresco, con piacevole sapidità. Vitigni di origine: chardonnay e sauvignon. È indicato per accompagnare piatti a base di pesce o carni bianche. 

La Meridiana Rosato proviene da uve Pinot Nero e si caratterizza per la buona versatilità gustativa. Di colore rosato tenue, pelle di cipolla. Naso fragrante di piccoli frutti rossi e soffi floreali. In bocca vince per freschezza e buon equilibrio gusto-olfattivo.  Abbinamenti: dall’aperitivo ai secondi di pesce. 

Per apprezzare al meglio le qualità del vino, in estate la temperatura di servizio risulta determinante per apprezzare al meglio le qualità del vino. Quindi, anche in questo caso, è sconsigliabile una temperatura troppo bassa, per non compromettere le caratteristiche organolettiche. Si consiglia per entrambi i vini una Temperatura di servizio di 10 – 12°C.

Buone vacanze e in alto i calici (senza esagerare).


Andrea Di Bella


  • Adsense slot ID 9166920842">