Cultura & Spettacoli

I morti dimenticati della Grande Guerra nel volume "Piemontesi sul Fronte Occidentale"

Scritto da La redazione Martedì, 3 Lug 2018 - 0 Commenti

Giancarlo Libert, autore del volume, inizia con la descrizione degli avvenimenti storici e porta alla luce una storia quasi sconosciuta della Grande Guerra.

Il volume Piemontesi sul Fronte Occidentale è di 160 pagine, ha un prezzo di copertina di euro 18, è arricchito da centosessanta fotografie in bianco e nero e a colori. Raccoglie circa 500 biografie di piemontesi caduti in Francia durante la Prima Guerra Mondiale.  

Il volume, inizia con la descrizione degli avvenimenti storici e porta alla luce una storia quasi sconosciuta della Grande Guerra.

Il contributo che diedero migliaia di Italiani sul Fronte Occidentale fu determinante nelle ultime fasi del conflitto mondiale ma era stato preceduto, sin dal 1914, allo scoppiare della Prima Guerra Mondiale e prima dell’ingresso dell’Italia nel conflitto mondiale, dalla partecipazione di Peppino Garibaldi e dei suoi fratelli che raccolsero oltre 2.000 volontari che andarono a combattere sulle Argonne.

L’avventura garibaldina finirà nel mese di marzo del 1915. Successivamente altri 60.000 lavoratori italiani, le cosiddette truppe ausiliarie italiane in Francia parteciparono al conflitto. Nella primavera-estate del 1918 25.000 uomini della II armata vennero inviati in Francia al comando del generale Albricci, per ricambiare l’invio di due battaglioni francesi in Italia dopo Caporetto. Dei 25.000 combattenti, furono 9.334 le perdite dei quali 5.000 caduti ed oltre 4.000 feriti.

Segue una ricca documentazione fotografica a colori che illustra i luoghi dei campi di battaglia e i cimiteri di Bligny, Soupir, Lione e altri, che raccolgono le spoglie mortali degli italiani caduti in Francia.

Nella seconda parte sono ricordati con brevi biografie circa 500 caduti di origine piemontese, suddivisi per provincie di nascita e quelli nati all’estero, chiamati a combattere per la Patria Italia.

Il lavoro è frutto di anni di studio e approfondimento in archivi pubblici e privati, con la consultazione di testi italiani ed esteri, e visite nei territori teatro degli scontri tra le truppe alleate e quelle tedesche, nei sacrari e cimiteri che conservano i resti e le memorie dei caduti.

Un ricco indice dei nomi curato da Pietro Uscello, conclude il lavoro.   
Brossura cucita
Formato 17 x 24 cm
Pagine 160
160 immagini a colori e in bianco e nero
Editore Aquattro
Chivasso (TO), 05/2018
Prezzo: 18,00 euro
ISBN 978-88-99442-08-8

Il volume è reperibile attualmente:  ad Asti alla libreria Il Pellicano, corso Vittorio Alfieri, 338

  • nelle principali librerie della provincia di Cuneo,
  • a Torino: Libreria Piemontese, via San Secondo, 11/g; Libreria Donostia, via Monginevro, 85/a
  • online su: www.astilibri.com/cultura/piemontesi_fronteocc.htm

Verrà distribuito anche ad altre librerie specializzate.

Per informazioni, autore: Giancarlo Libert tel. 333/19.38.143 email: trifula@libero.it


  • Adsense slot ID 9166920842">