Territorio & Eventi

Guarene, prima Bandiera Arancione del Roero, ospite nel Principato di Monaco

Scritto da La redazione Sabato, 16 Feb 2019 - 0 Commenti

Il Comune roerino di Guarene, rappresentato dal sindaco Franco Artusio e il vice sindaco Piero Rivetti, al convegno "Pratiche innovative per un turismo sostenibile" che si è svolto ieri nel Museo Oceanografico del Principato di Monaco, organizzato dall’Associazione Paesi Bandiera Arancione.

Era presente anche il Comune roerino di Guarene (CN), rappresentato dal sindaco Franco Artusio e il vice sindaco Piero Rivetti, al convegno "Pratiche innovative per un turismo sostenibile" che si è svolto ieri nel Museo Oceanografico del Principato di Monaco, organizzato dall’Associazione Paesi Bandiera Arancione.

Al Comune di Guarene, infatti, era stata conferita la prima Bandiera Arancione del Roero lo scorso dicembre: si tratta dell’assegnazione del Marchio turistico-ambientale che il Touring club italiano conferisce ai piccoli Comuni che si distinguono per la qualità dell’accoglienza e delle proposte per i visitatori.

È grande la soddisfazione dell’Amministrazione, che da anni si impegna per valorizzare le peculiarità e le bellezze del paese, per aver partecipato al convegno monegasco con altre 50 Comuni appartenenti a 18 diverse Regioni italiane e moderato dal celebre Ezio Greggio.

Il sindaco e il vice sindaco hanno inoltre donato un cesto ricolmo di prodotti della terra guarenesi gentilmente offerti dal Consorzio della Pera madernassa a Sua Altezza Serenissima Alberto di Monaco, che li ha salutati personalmente.

«Con immenso piacere abbiamo accolto l’invito dell’Associazione per partecipare a un evento che ha trattato delle attività che conducono al turismo sostenibile», hanno commentato Artusio e Rivetti, che hanno evidenziato:«Il riconoscimento avuto lo scorso dicembre è il frutto di anni di lavoro, sacrificio, passione e impegno. Tuttavia è altresì un punto di partenza per continuare a credere nel sistema del turismo italiano. Già nel 2006 la passata Amministrazione aveva fatto la richiesta del marchio, ma solo ora lo hanno concesso, effettuato un sopralluogo anonimo nel mese di novembre».

Il programma ha previsto la foto ufficiale dei sindaci con le autorità, i saluti di George Marsan sindaco di Monaco, Cristiano Gallo ambasciatore italiano a Monaco, Bernard Fautrier presidente Fondazione Prince Albert II e Fulvio Gazzola presidente Associazione Paesi Bandiera Arancione, la sessione intitolata «L’importanza dei Piccoli Comuni nel Sistema Turismo Italia», quella «Mobilità Elettrica: ambiente e sostenibilità» e la tavola rotonda «Nuove Tecnologie: servizi per residenti e turisti», per concludere con l’aperitivo offerto dal Comune di Monaco con la presenza di Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto di Monaco.

La Bandiera Arancione è un Marchio di qualità turistica ambientale conferito dal Touring Club Italiano ai “piccoli Comuni” dell’entroterra Italiano (max 15.000 abitanti).

L’iniziativa è nata dietro alla collaborazione tra la Regione Liguria ed il Touring Club Italiano, a seguito di una riflessione comune su come stimolare, coinvolgere e promuovere i territori lontani dalla costa ed in particolare le località minori.

Il Marchio, attraverso un serio Modello di analisi territoriale, viene assegnato non solo a chi gode di un patrimonio storico, culturale ed ambientale di pregio, ma sanno offrire una accoglienza di qualità, ed è uno strumento di valorizzazione del territorio.

Oggi, sono 235 i Comuni insigniti da questo riconoscimento, e rappresentano meno del 9% dei Comuni che si sono candidati.

Francesca Gerbi