Sport

Ginnastica Artistica, a Firenze la "Forza e Virtù 1892" di Novi Ligure rimane in Serie A2

Scritto da Redazione Lunedì, 6 Mag 2019 - 0 Commenti

La alessandrine, capitanate dall’esperienza di Giulia Gemme, si sono collocate ad un passo dalla salvezza, ma è ciò che conta è l'aver mantenuto la categoria

Sabato scorso, 4 maggio, a Firenze (ospitata nel "Nelson Mandela Forum"), si è svolta la terza e ultima tappa di serie A1 ed A2 di ginnastica artistica maschile e femminile (il primo appuntamento si era tenuto al Palayamamay di Busto Arsizio, Varese e il secondo al Kioene Arena di Padova).

Per quanto riguarda la serie A1  femminile, la squadra composta dalle “fate” della Brixia, le gemelle Asia e Alice D’Amato , Giorgia Villa, Elisa Iorio e la piccola ma forte Angela Andreoli, ha conquistato, come previsto, il primo posto nella classifica “di giornata” e lo stesso nella classifica generale, aggiudicandosi il suo 17° scudetto (e 6° consecutivo).

La squadra triestina (Artistica ’81) capitanata dalla veterana Federica Macrì, sostenuta dalla “piccola” ma grande Alessia Federici, stellina della Nazionale, oltre che dalle altre compagne, è arrivata sul 2° gradino del podio.

Terza piazza  per la Ginnastica Civitavecchia Roma, squadra di Giulia Bencini e Giulia Cotroneo, classe 2004, con le loro compagne, 

La Gal di Lissone (Milano) che ad inzio campionato poteva essere potenziale rivale della Brixia, ha pagato l’assenza dell’ormai veterana Elisa Meneghini, che sta ancora recuperando la forma fisica per poter gareggiare al meglio.

Le squadre che l’anno prossimo vedremo in A2, con le retrocesse dalla Massima Serie, saranno la Olos Gym 2000 (Roma), Estate 83 (Lograto, Brescia) e Società Ginnastica di Torino.

Inizio del week end quindi con la disputa della Serie A2 con tante sorprese e  un po’ di delusione per la Pro Lissone, finita in serie B.
Il primo gradino del podio di giornata, se l’è aggiudicato la società “Fanfulla” (Lodi), guidata dall’esperienza di Desiree Carofiglio (nella classifica generale individuale al terso posto).

Medaglia d’argento per la Ginnastica Salerno, “capitanata” da Emily Armi (1° nella classifica generale), mentre il 3° posto è della squadra di Camilla Campagnaro "Audace – Torri" di Quartesolo (Vicenza)

Le piemontesi della “Forza e Virtù" di Novi Ligure, capitanate dall’esperienza di Giulia Gemme, si sono collocate ad un passo dalla salvezza, ma è ciò che conta ed alla domanda se si ritiene soddisfatto, l’allenatore commenta: " Senz'altro per noi mantenere la categoria è il nostro traguardo. Le ginnaste sono soddisfatte della prestazione e del risultato raggiunto. C'è però molto da lavorare per migliorarci"

Per completare il quadro, a retrocedere in serie B sono la “Pro Lissone” (come già detto in precedenza), la “Ginnastica Romana” e la “Ginnastica Sampietrina” (Seveso, Milano).

Come finira la prossima serie A? Chissà, ma nel frattempo si torna in palestra ad allenarsi per i prossimi impegni. 

Elisa Cerato