Efficienza e innovazione per l’illuminazione di Cherasco

Tu sei qui

Scritto da La redazione Venerdì, 13 Apr 2018 - 0 Commenti

Con un investimento di circa un milione e 600 mila euro il Gruppo EGEA, tramite la propria società partecipata “Ardea Energia”, sta realizzando il progetto di riqualificazione ed efficientamento energetico della rete di illuminazione della Città di Cherasco (CN); un servizio che la multiutility piemontese si è aggiudicata tramite una gara pubblica, che prevede anche la fornitura di energia elettrica per ventuno anni. L’intervento viene eseguito secondo le modalità del “project-financing”, impiegando il finanziamento accordato dalla Banca di Credito Cooperativo di Cherasco.

A fronte del versamento da parte del Comune di un canone annuo ottimizzato rispetto al costo storico finora sostenuto per l’erogazione dell’energia elettrica e per la manutenzione impiantistica, EGEA, attraverso appunto “Ardea Energia”, si è impegnata nel completo ammodernamento tecnologico e funzionale del sistema di illuminazione, nella sua gestione e manutenzione, nella messa a norma dell’impiantistica e nella sostituzione di 2.500 punti luce con lampade a tecnologia Led, oltre che, come si accennava, nella fornitura di elettricità.

Numerose, e certamente significative, le ricadute positive che il progetto determinerà sulla città: riduzione dei consumi e dell’inquinamento, miglioramento della sicurezza sulle strade, valorizzazione del centro storico sia a livello estetico che urbanistico e ottimizzazione gestionale (perché il Comune si interfaccerà con un solo interlocutore, “Ardea Energia”).

Nello specifico, si attende una riduzione nei consumi energetici pari al 55 per cento, un risparmio che consentirà di evitare l’utilizzo di 119 tonnellate di petrolio equivalenti all’anno, quasi 2.500 tonnellate se si considerano i ventuno anni della durata dell’affidamento al gestore. Tutto ciò equivale, annualmente, a una mancata emissione di 472 tonnellate di Co2, che diventano quasi 10.000 tonnellate nell’arco dell’intera concessione.

Quanto ai lavori, a fine 2017 sono stati completati oltre 150 interventi di manutenzione sulle componenti meccaniche ed elettriche degli impianti esistenti; ad inizio anno, è stato approvato il progetto esecutivo riguardante il primo lotto, il più corposo, che riguarda la sostituzione dei punti luce nelle frazioni; a seguire, verrà concretizzato il secondo lotto dell’importo di 300 mila euro, che interesserà il centro storico, dove saranno anche posizionate lanterne con luce “calda”.

È previsto, inoltre, un ampliamento della rete che porterà a un’illuminazione più efficace dei portici, degli attraversamenti pedonali e della passeggiata dei Bastioni.

Il progetto di riqualificazione sarà portato a termine entro il corrente anno.

Tutto ciò proseguendo la concertazione finora condotta con il Comune per la minuziosa definizione dei dettagli esecutivi dell’intervento, con l’obiettivo di renderlo il più possibile aderente alle peculiari esigenze di ciascuna zona della città.

Il Direttore Sviluppo del Gruppo EGEA, Giuseppe Zanca: «Il costante dialogo con le Pubbliche Amministrazioni e gli enti territoriali, la capacità, pienamente dimostrata, di proporre soluzioni ad hoc per ciascuna realtà grazie anche al know-how maturato e la consapevolezza delle potenzialità che possono offrire gli impianti di illuminazione pubblica guardando all’obiettivo di realizzare la “Smart Country” di domani hanno portato EGEA a impegnarsi in modo particolare in questo settore e a siglare collaborazioni che consentono al Gruppo di esprimere appieno le proprie potenzialità. I progetti avviati in questo settore hanno una duplice valenza: da un lato, prevedendo l’ammodernamento delle reti esistenti tramite la realizzazione di sistemi a basso consumo energetico, garantiscono alla collettività un risparmio e, di conseguenza, liberano risorse che possono essere immediatamente reinvestite per migliorare le stesse reti di illuminazione; dall’altro, attraverso l’impiego di tecnologie all’avanguardia, migliorano tecnicamente la qualità dell’illuminazione offerta e il benessere percepito dalla comunità, che viene favorito anche attraverso le caratteristiche dei nuovi punti luce “intelligenti", predisposti per l’attivazione di videocamere di sorveglianza e monitoraggio del traffico e dell’inquinamento atmosferico».

Il Direttore Generale di Banca di Cherasco, Pier Paolo Ravera: «Banca di Cherasco ha deliberato il finanziamento di questo progetto perché, come Banca del territorio, è nostro dovere favorire le buone pratiche ambientali ed economiche per le nostre zone. Grazie a Ardea Energia ed Egea, Cherasco e i suoi cittadini potranno godere di un efficientamento energetico importante e dell’utilizzo di tecnologie all’avanguardia: siamo lieti di aver preso parte a questa innovazione per la città».

Aggiunge il Sindaco di Cherasco, Claudio Bogetti: «Questo progetto che consentirà non solo di ridurre i consumi e quindi avere un impianto attento all’ambiente e al risparmio economico sottolinea come la collaborazione tra pubblico e privato possa portare a benefici per tutta la comunità. L’Amministrazione è in continuo dialogo con tutto il territorio, sia per quanto riguarda i fabbisogni che per trovare soluzioni adeguate che possano portare continui miglioramenti nello stile di vita dei cittadini. Per raggiungere questi obiettivi ritengono sia fondamentale un continuo dialogo con le imprese. Abbiamo indetto una gara pubblica a cui Egea ha risposto con un progetto che sposa in pieno le nostre finalità».


  • Adsense slot ID 9166920842">