Salute & Ambiente

De Senectute: una nuova Alba per l'invecchiamento

Scritto da La redazione Mercoledì, 7 Mar 2018 - 0 Commenti

Li chiamano “gli anni d’Argento” o, forse, saranno i nuovi “Anni d’Oro”? Se ne parlerà sabato 10 marzo, un momento di discussione e dialogo su che cosa significhi oggi invecchiamento.

Cosa dicono le ultime ricerche scientifiche sul tema dell’invecchiamento? Perché il procedere del tempo può essere vissuto con ottimismo, e la terza età può essere associata a un modo di vivere sano senza per forza lasciare spazio alla patologia, la solitudine e il declino?

Questo il tema che sabato 10 marzo nella Sala Resistenza (ore 10-12.30, ingresso gratuito) del Comune di Alba verrà affrontato in un convegno dal titolo “De senectute: una nuova Alba per l’invecchiamento”, organizzato dall’associazione albese Apneia e a cui parteciperanno diversi attori operativi sul fronte della terza età. 

L’evento è organizzato nell’ambito della Settimana Internazionale del Cervello, che mira a diffondere in tutto il mondo una cultura e consapevolezza sui fattori di salute e quelli di rischio. Interverranno Apneia (con il suo gruppo di lavoro interdisciplinare: fisioterapia, logopedia, psicologia, architettura, neuropsicologia e arteterapia) e l’istituto di ricerca Ires Piemonte con la ricercatrice Gabriella Viberti, che parlerà del progressivo invecchiamento della popolazione e del diffondersi di malattie croniche.

Poi la Cooperativa Alice con il centro diurno per disabili il Coccio e la Tela, che in collaborazione con l’associazione Ludica nei locali di corso Michele Coppino ha allestito una stanza multisensoriale per la stimolazione percettiva e la terapia riabilitativa di varie disabilità). Infine l’associazione Impegnati per chi si impegna, operativa nelle case di riposo del territorio utilizzando uno strumento terapeutico particolare, dalla potenza efficace e trasformativa: il canto.
Per informazioni: associazionepnei@gmail.com

  • Adsense slot ID 9166920842">