Salute & Ambiente

Dalla Regione Piemonte: “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute”

Scritto da La redazione Mercoledì, 6 Feb 2019 - 0 Commenti

La percezione comune considera la combustione domestica della legna una pratica tradizionale, quasi naturale, quindi innocua per la salute, ma pochi sanno che ha ben poco di ecologico. La campagna di comunicazione in atto intende fornire al vasto pubblico informazioni e indicazioni utili sul corretto comportamento da adottare nei confronti dell’utilizzo corretto della legna per il riscaldamento.

Al via la campagna del progetto europeo PrepAir per sensibilizzare i cittadini sull’uso corretto delle biomasse per il riscaldamento domestico.

Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Trento sono alcuni dei 18 partner nazionali e internazionali coinvolti nel progetto che ha come obiettivo promuovere stili di vita, di produzione e di consumo più sostenibili nell’area del bacino Padano.

In molte regioni italiane più del 90% del PM10 generato dal settore riscaldamento domestico deriva da piccoli apparecchi a legna come caminetti, stufe, inserti.

La combustione a legna produce pericolosi inquinanti che hanno ben poco di ecologico, ma pochi lo sanno.

Durante la combustione della legna si liberano, per unità di energia prodotta, inquinanti in quantità 10-100 volte superiori a quelle degli apparecchi a gas.

L’utilizzo della legna è scarso nelle grandi città, ma nelle zone di periferia, nelle piccole cittadine e nei paesi spesso più del 20% delle famiglie si scalda con la legna e in molte zone collinari e montane è il combustibile più usato.

Per sfatare i luoghi comuni su questo tema e informare i cittadini sulle possibili conseguenze per la salute e per l’ambiente i 18 partner nazionali e internazionali del progetto europeo PrepAir, tra cui tutte le Regioni del bacino padano, hanno dato il via alla campagna di comunicazione “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute”.

Grazie alla campagna sono stati realizzati diversi prodotti, tra cui un video che verrà veicolato attraverso i social e una brochure informativa focalizzata sull’utilizzo della legna come combustibile (prima parte) e sulle strategie per ridurre l’inquinamento da legna (seconda parte).

La brochure, di circa 20 pagine, viene distribuita nella versione cartacea in occasione di convegni e incontri pubblici relativi al progetto PREPAIR sul territorio del bacino padano, mentre la versione digitale è sempre disponibile per tutti a questo indirizzo del sito di progetto.

Attraverso questo strumento si ribadisce che una cattiva o scorretta combustione del legno produce polveri sottili e sostanze tossiche, come il benzoapirene, che si liberano nell’aria; in presenza di inversione termica nei mesi più freddi la situazione può peggiorare perché queste sostanze permangono nel fondovalle.

Una combustione corretta deve seguire poche ma importantissime regole: il caricamento del combustibile giusto, l’accensione dall’alto con micce ecologiche, la combustione con presa d’aria completamente aperta, installazione, pulizia e manutenzione corretta dell’impianto.

La percezione comune considera la combustione domestica della legna una pratica tradizionale, quasi naturale, quindi innocua per la salute.

Le evidenze scientifiche mostrano invece che le emissioni di polveri fini e composti tossici dei piccoli apparecchi a legna (caminetti, stufe, inserti) sono molto rilevanti: in molte zone questa è la principale sorgente inquinante per l’aria che si respira.

La campagna di comunicazione Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute intende fornire al vasto pubblico informazioni e indicazioni utili sul corretto comportamento da adottare nei confronti dell’utilizzo corretto della legna per il riscaldamento.

DURATA: da settembre 2017 a dicembre 2022

Guarda la pagina del canale YouTube di PREPAIR dedicato alla biomassa

In questa sezione è possibile accedere ai materiali elaborati dal progetto per agevolare un corretto uso delle biomasse.

Video “Bruciare bene la legna: le cinque regole d’oro”

Opuscolo informativo biomasse legnose (NEW)

Locandina biomasse

Brochure_10 consigli per una corretta gestione di stufe e camini

Gli impatti ambientali della combustione di biomassa legnosa_le esperienze di comunicazione

Banner 1400×1400

Banner 453×254

Banner 1024×512

Azioni

 

Tutti i Comuni della regione Piemonte, la Città Metropolitana di Torino, le Province Piemontesi, l'ANCI Piemonte e l'UNCEM Piemonte sono stati informati da Alberto Valmaggia Assessore regionale all'Ambiente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della montagna, Foreste, Parchi, Protezione Civile sono stati informati sui contenuti della campagna di comunicazione, denominata "Brucia bene la legna: non bruciarti la salute" con l'invito a dare massima diffusione ai materiali di progetto anche attraverso eventi e appuntamenti pubblici aperti alla cittadinanza sul tema della qualità dell'aria e della combustione della biomassa legnosa che, come detto, tanto contribuisce a determinarne i livelli di qualità.

Dall'assessore Valmaggia: "Ritenendo fondamentale la disseminazione delle buone pratiche alla cittadinanza tutta, Regione Piemonte è disponibile a collaborare per l'organizzazione degli eventi in termini di supporto tecnico agli incontri. Al proposito, se interessati all'organizzazione di detti incontri, si chiede di mettersi in contatto direttamente con gli uffici del Settore Emissioni e Rischi Ambientali - rif. e-mail: risanamento.atmosferico@regione.piemonte.it, tel. 011 4322982. Ricordo inoltre che la campagna di comunicazione sul corretto utilizzo delle biomasse legnose si inserisce nelle politiche regionali per la qualità dell'aria previste nel Piano Regionale della Qualità dell'Aria attualmente in discussione presso le Commissioni Consiliari".

l. m.