Cultura & Spettacoli

In "Crearleggendo"coinvolti gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Canelli

Scritto da La redazione Sabato, 25 Mag 2019 - 0 Commenti

Si è svolto al riaperto Teatro Balbo di Canelli dal 21 al 23 maggio, con la partecipazione di migliaia di spettatori.

Si è svolto dal 21 al 23 maggio nel riaperto Teatro Balbo di Canelli (AT) il fittissimo programma teatrale del "Crearleggendo" con nove diversi spettacoli (e quattordici repliche) realizzati dagli alunni dell’Istituto Comprensivo di Canelli, con svariati altri momenti di premiazione di concorsi e attività.

Si tratta di una manifestazione creata dalle scuole per le scuole che ogni anno coinvolge centinaia di studenti in spettacoli teatrali, laboratori e giochi letterari e che quest'anno ha compiuto vent'anni. Venti anni di storie, tante porte aperte verso il futuro.

Gli spettacoli messi in scena sono stati realizzati durante l’anno scolastico nei laboratori finanziati dal Pon, il Programma operativo nazionale del Ministero dell’Istruzione.

Tra essi due gli spettacoli della Compagnia de I Gancini della media Gancia: "Ilaria Jones e i predatori dell’area perduta" (Riflessione sul bullismo e sui fenomeni di esclusione) e "Orlando è furioso... a Ludovico girano un po’" con la regia di Fabio Fassio del Teatro Degli Acerbi.

Sono migliaia gli spettatori che si sono alternati nei tre giorni di programmazione dal mattino alla sera.

Il programma è stato realizzato con la collaborazione del Comune di Canelli e grazie anche al contributo della Fondazione CRT per "Su il sipario al Balbo!".

C'è grande soddisfazione da parte del Teatro gli Acerbi, che ha raccolto molti messaggi di soddisfazione da parte degli spettatori per la riapertura e per aver dato la possibilità ai bambini e ragazzi di poter calcare per primi il palco del Teatro Balbo, riuscendo a riallestirlo tecnicamente in tempi brevissimi grazie ad una rodata ed efficiente squadra tecnica e organizzativa.

Il tutto grazie al Comitato "Sul il sipario", ai due due main sponsor Bosca e Arol SpA ed agli altri sponsor canellesi.

Ora si pensa ai prossimi appuntamenti, il cui cuore sarà la stagione teatrale invernale, momento di richiamo e ritrovo in primis della popolazione canellese, e naturalmente del pubblico della provincia astigiana e non.

E ci sarà attenzione nel coinvolgimento delle Associazioni canellesi.

Molte già le richieste anche per l'attivazione di corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti dall'autunno.