Economia & Lavoro

Coldiretti, Ok per la legge che valorizza gli allevamenti piemontesi

Scritto da La redazione Mercoledì, 9 Mag 2018 - 0 Commenti

In Piemonte si contano 6 mila aziende che allevano la razza bovina Piemontese, 15 mila addetti ed un fatturato che arriva a 500 milioni di euro.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo sulla disciplina della riproduzione animale con il quale si punta alla riorganizzazione dei servizi al settore zootecnico, in particolare per quanto riguarda la selezione, ricostituzione e soprattutto la conservazione del patrimonio zootecnico nazionale.

Con il via libera a questa legge si valorizzano le produzioni di carne e latte dalle quali derivano i primati delle eccellenze agroalimentari Made in Italy - commentano Fabrizio Galliati vicepresidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa delegato Confederale Il comparto zootecnico ha una grande importanza nell’ambito del tessuto economico regionale e con tale provvedimento si fa un passo avanti verso la richiesta, sempre crescente, di tracciabilità, sicurezza alimentare e sostenibilità degli allevamenti”.

La norma, infatti, oltre a confermare il ruolo degli "Enti selezionatori" nella realizzazione di programmi genetici, riconosce l’importanza della gestione dei libri genealogici e dei registri anagrafici per la conservazione della biodiversità e la valorizzazione delle razze autoctone.

In Piemonte si contano 6 mila aziende che allevano la razza bovina Piemontese, 15 mila addetti ed un fatturato che arriva a 500 milioni di Euro. Un patrimonio che con questo decreto viene ulteriormente valorizzato, e  col quale non vengono dispersi i risultati raggiunti fino ad oggi dalle associazioni degli allevatori che, operando a livello nazionale e locale, hanno portato la zootecnia italiana a diventare un esempio a livello mondiale”, concludono Galliati e Rivarossa.

 


  • Adsense slot ID 9166920842">