Territorio & Eventi

Coazze - Festa Rurale del Cevrin, il formaggio di eccellenza della Val Sangone

Scritto da La redazione Venerdì, 19 Ott 2018 - 0 Commenti

Dal 19 al 21 ottobre La Festa Rurale del Cevrin giunta quest’anno alla XVIII edizione. Un programma ricchissimo di eventi.

cevrin.jpg

andrea di bella

Si rinnova la tradizionale festa autunnale di Coazze, dedicata ad un prodotto di eccellenza della Val Sangone e orgoglio di tutto il territorio piemontese: il formaggio Cevrin, Presidio Slow Food, dal 2000.

Cevrin, caprino, ma in realtà è derivante dal latte di capra di una razza particolare, la Camosciata delle Alpi (almeno il 40%) e di vacca Barà-Pustertaler.

È un formaggio a latte crudo. Per essere messo in commercio deve stagionare almeno 60 giorni in alpeggio.

Ha profumi molto intensi e persistenti, profuma di burro, fieno e pascolo; in bocca dà sensazioni speziate, con sentori di nocciola, con un finale che può offrire qualche sensazione piccante.

La produzione avviene nel periodo di pascolamento, da marzo a ottobre, anche se è stato annunciato che già da questo inverno verrà prodotto il Cevrin di Coazze d’inverno, dagli stessi produttori tradizionali che qui hanno scelto di lavorare, di vivere isolati, eroi di quella “Resistenza Casearia” che Slow Food si è impegnata a costruire, proteggendo piccoli allevatori e la diversità del cibo.

“Dietro ogni formaggio c’è un pascolo d’un diverso verde sotto un diverso cielo”, scriveva Italo Calvino e ciò dimostra il legame strettissimo tra formaggi e territorio. Legame che qui nella splendida Val Sangone si esalta, in questo mondo rurale ancora autentico, testimone di fatica e bellezza.

Ed ecco allora che il Comune di Coazze (TO), con l’arrivo dell’autunno, organizza La Festa Rurale del Cevrin, giunta quest’anno alla XVIII edizione. Un programma ricchissimo di eventi a partire da:

Venerdì 19 ottobre  alle ore 21, con la presentazione del libro di Ennio Baronetto intitolato Rastél, fórtche e d’áoûte tchóze (ovvero “Rastrelli, forche e altre cose”), presso la sala conferenze dell’Ecomuseo dell’Alta Val Sangone (in viale Italia ’61, 1).

Sabato 20 ottobre

all’Ecomuseo si terrà l’interessante convegno “Rete regionale degli alpeggi piemontesi. Promozione dell’economia d’alpeggio”.

Nel pomeriggio, alle ore 14, sportivi e appassionati si potranno iscrivere all’Ape Raduno riservato ad Ape Piaggio, scooter, vespe e motorini, mentre alle ore 15, presso il circolo Chalet dei Cusinot (in viale Italia ’61, 76), si terranno le iscrizioni alla CeuRun, una corsa non competitiva di circa 9 km lungo l’anello del Running Park Coazze.

Alle ore 19, al Palafeste Apericena con i prodotti locali e musica del duo “Bin Ciapà”.

Per concludere, alle ore 21, elezione di Miss Ceura, un concorso in cui le concorrenti metteranno alla prova le loro abilità per aggiudicarsi un viaggio per due persone.

Durante la serata si potranno consumare cocktail e drink e si potrà partecipare al gioco Indovina il peso del Cevrin. In contemporanea, alle ore 21, nella chiesa di Santa Maria del Pino (in piazza della Vittoria) si svolgerà il concerto della corale “Giaveno InCanto”, diretta dal maestro Beppe Manera.

Domenica 21 ottobre

si entra nel vivo della festa: durante l’intera giornata stand di prodotti agro-alimentari e gastronomici di qualità dei territori alpini piemontesi e della Maurienne, stand dei produttori delle patate di montagna 2.0 degustazione di prodotti locali, ristorazione e street food, rassegna di formaggi d’Alpeggio del Piemonte. Non solo cibo ma anche artigianato artistico, scuole d’intaglio e dimostrazioni di filatura e tessitura.

Anche quest’anno si terrà la mostra delle capre di razza Camosciata delle Alpi e delle vacche di razza Barà Pustertaler.  Mentre per i più piccoli, oltre alle consuete passeggiate a cavallo.

Nel pomeriggio ci sarà anche un laboratorio di panificazione a cura dei panettieri Deco, Denominazione d’origine comunale.

Ma non solo, dalle ore 15, dimostrazione della mungitura e degustazione guidata dei formaggi d’alpeggio, con un breve corso per imparare a gustare i formaggi a cura degli esperti dell’ONAF – (Organizzazione nazionale assaggiatori formaggio).  

Inoltre breve corso sugli abbinamenti Cevrin – Vino a cura dell’ONAV e Cevrin – Birra a cura dell’ONAB. Prenotazione è obbligatoria all’ufficio turistico.

Alle ore 17.30 vi saranno invece le premiazioni delle gare e dei concorsi, che si concluderanno con la sfilata del gregge di capre di razza Camosciata dagli alpeggi del Sellery per il ricovero invernale.

“Valorizziamo l’economia montana e i prodotti di alpeggio – ha sottolineato l’assessore regionale all’Agricoltura, Giorgio Ferrero, durante la presentazione alla stampa dell’evento, nel Palazzo della Regione Piemonte – ricordando l’importanza della qualità delle produzioni locali secondo precise regole di produzione e stagionatura e secondo l’identificazione con un territorio specifico. Abbiamo promosso un convegno dedicato a questi temi per un confronto sulle potenzialità economiche degli alpeggi in diversi ambiti: agroalimentare, turismo, tutela del paesaggio”.

INFO: Ufficio Turistico di Coazze – Tel +39 011 9349681 – Email turismo@comune.coazze.to.it

Andrea Di Bellla

Ph credit Andrea Di Bella


  • Adsense slot ID 9166920842">

Condividi questo articolo

Ti potrebbe interessare anche..

  • asti

    Asti, una Fiera del Tartufo targata Alba, successo garantito


  • Alba-Langhe

    "Ultimate l'Asti - Cuneo!" la vibrante protesta dei 150 sindaci in Prefettura a Cuneo


  • Bra-Roero

    Govone, sabato grande giornata di apertura del Magico Paese di Natale!


  • Alba-Langhe

    Banca d'Alba ospita "Ibrida", la collettiva di dieci artisti italiani oltre gli stili