Cronaca

Ceresole Reale, salvati dal Soccorso Alpino due escursionisti dispersi nella notte

Scritto da La redazione Lunedì, 24 Giu 2019 - 0 Commenti

I tecnici erano usciti ieri sera intorno alle 23.30 dopo che la centrale operativa del Soccorso alpino aveva localizzato con precisione i malcapitati I due, sono una ragazza di Venaria Reale (Torino), 23 anni e un ragazzo 24 enne di Perugia. Due ragazzine salvate sul Monte Giarolo in alta Val Curone.

Intorno alle 7.30 di questa mattina è previsto l'arrivo a Ceresole Reale (Torino) delle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese dopo un'intera notte di intervento per recuperare due escursionisti rimasti bloccati in quota dal buio mentre tentavano di raggiungere il Bivacco Giraudo.

I tecnici erano usciti ieri sera intorno alle 23.30 dopo che la centrale operativa del Soccorso alpino aveva localizzato con precisione i malcapitati ottenendo le loro coordinate gps dagli smartphone con la tecnologia sms locator.

I due, una ragazza di Venaria Reale (Torino), 23 anni e un ragazzo 24 enne di Perugia, avevano comunicato di essere in buone condizioni fisiche, di essere bene equipaggiati ma di aver bisogno di supporto per proseguire.

Sono stati raggiunti intorno a quota 2400 metri alle 3.50 e poco dopo hanno iniziato la discesa accompagnati dai tecnici del Soccorso alpino.

Due ragazzine, una di Alessandria e l’altra di Valenza, sono state salvate a Caldirola dopo una complessa operazione che ha coinvolto carabinieri, vigili del fuoco e soccorso alpino.

Le due giovani erano salite nel tardo pomeriggio di sabato scorso, 22 giugno sulla seggiovia che parte da Caldirola per le pendici del monte Giarolo in alta val Curone.

Il piano era quello di ridiscendere a valle a piedi seguendo uno dei tanti sentieri presenti in zona. Qui, però, sono state sorprese dal temporale scoppiato su tutto l’alessandrino a partire dalle 17.

Le due, nel tentativo di mettersi al riparo, si sono perse nei boschi non ritrovando più il sentiero. Le ricerche sono proseguite fino alle 20 quando, dopo più di un’ora di perlustrazioni, le ragazzine sono state ritrovate nel canalone del Giarolo sane e salve anche se infreddolite e spaventate.