Sport

Canottaggio, morto alla soglia dei 92 anni Romanini ex-atleta e presidente della Federazione

Scritto da La redazione Venerdì, 3 Ago 2018 - 0 Commenti

Ha da sempre ricoperto incarichi di responsabilità: presidente della Società Canottieri Esperia-Torino dal 1970 all'85, consigliere federale dal 1973, vicepresidente federale dal 1982, presidente federale dal 1985 al 2005

Il mondo dello sport piange Gian Antonio Romanini, presidente onorario della Federcanottaggio, scomparso ieri.

Nato a Borgo Vercelli, il 21 ottobre 1927, ha da sempre ricoperto incarichi di responsabilità: presidente della Società Canottieri Esperia-Torino dal 1970 all'85, consigliere federale dal 1973, vicepresidente federale dal 1982, presidente federale dal 1985 al 2005, poi presidente onorario, meritandosi anche la Stella d'oro del Coni di cui è stato membro della Giunta esecutiva.

"Ci ha lasciati un uomo che ha dedicato la propria vita al canottaggio, prezioso testimone dello sport e dei suoi valori - commenta l'assessore allo Sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris - La sua passione, il suo impegno, la sua lungimiranza lo hanno reso capace di portare innovazione in ogni settore remiero e di dedicare sempre grande attenzione ai più giovani, futuro della disciplina. Lo ricordiamo con lo stesso affetto che lui ha da sempre rivolto al fiume Po, casa dei canottieri".
   


  • Adsense slot ID 9166920842">