Cronaca

Canelli, il sindaco prende le distanze dagli organizzatori dei Campionati Italiani di corsa su strada

Scritto da Redazione Martedì, 10 Set 2019 - 0 Commenti

Come noto a causa di evidenti problematiche nello svolgimento della gara, la cui organizzazione era domandata alla società organizzatrice A.S.D. Brancaleone di Asti sotto l’egida della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL) si sono verificate, oltre ad irregolarità di conduzione della corsa, alcune cadute di atleti che hanno necessitato il loro trasporto in ospedale.

Riceviamo e integralmente pubblichiamo

Ci si aspettava a Canelli una bella giornata di sport, di sano agonismo di festa e di promozione per il nostro Comune, così non è stata la domenica dell’8 settembre in occasione dei Campionati Italiani di corsa su strada.

Come noto a causa di evidenti problematiche nello svolgimento della gara, la cui organizzazione era domandata alla società organizzatrice A.S.D. Brancaleone di Asti sotto l’egida della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL) con i propri direttori di gara, si sono verificate, oltre ad irregolarità di conduzione della corsa, alcune cadute di atleti che hanno necessitato il loro trasporto in ospedale (Foto Sandro Marongiu).

A riguardo, l’Amministrazione porge i più sentiti auguri di guarigione agli atleti Pietro Riva, Yassin Choury e Giovanni Barchieri, i quali hanno riportato lesioni (per fortuna non gravi) durante la caduta alla partenza.

Senza entrare nel merito delle responsabilità, ci teniamo a sottolineare che l’Amministrazione ha svolto in maniera egregia i compiti ad essa assegnati in materia di sicurezza stradale e di viabilità.

Ed infatti, anche in occasione della gara di domenica scorsa la Polizia Municipale unitamente agli amministratori ed ai volontari coinvolti dal Comune hanno dato dimostrazione di un’ottima organizzazione, effettuando un impeccabile controllo di conformità del manto stradale e di chiusura delle strade, fornendo all’organizzatore dell’evento transenne, jersey, corde, segnaletica nonché le strutture richieste dagli atleti quali gazebo e spogliatoi ubicato al Palazzetto dello Sport.

Nonostante questo impegno profuso dell’amministrazione e dei volontari, l’evento per i noti fatti che sono successi ha avuto una ricaduta negativa sul territorio, causando tra l’altro  gravi danni di immagine alla Città, associata ad un episodio che ha creato non poche polemiche.

Compito dell’Amministrazione sarà quello di recuperare “l’immagine” del nostro territorio, eventualmente organizzando un evento per il prossimo anno sotto l’egida della stessa Città di Canelli, affinché gli atleti presenti possano dimenticare la suddetta brutta giornata.

Il Sindaco

Avv. Paolo Lanzavecchia