Territorio & Eventi

Bosia, Egea premia lo “spirito ancalau” dei piccoli negozi - VIDEO

Scritto da La redazione Martedì, 25 Giu 2019 - 0 Commenti

La premiazione, con la pergamena e un “carico-omaggio” di energia Egea, è avvenuta domenica scorsa 23 giugno, a Bosia, durante la cerimonia conclusiva del “Premio Ancalau”. Altro riconoscimento che sposa appieno la mission del “Premio Ancalau” è toccato al cheraschese Giuseppe Bernocco per le sue molteplici attività in campo tecnologico-industriale.

Se è vero che per fare la differenza bisogna “osare”, è altrettanto vero che per gestire una piccola attività in Alta Langa serve una buona dose di “ancalau” (“ancalau” è “colui che osa”). È alla luce di questa considerazione che il Gruppo Egea, nell’ambito della partnership con il “Premio Ancalau”, di cui è sponsor, ha istituito un riconoscimento volto a premiare i piccoli negozi “di paese” che hanno saputo resistere allo spopolamento e alla congiuntura economica: la Pergamena Egea “spirito ancalau”.

Il vincitore è stato individuato da una giuria interna di Egea, prendendo in esame la storia degli esercizi commerciali e delle realtà artigianali che si sono mostrati nel tempo particolarmente fedeli alla Langa. La premiazione, con la pergamena e un “carico-omaggio” di energia Egea, è avvenuta domenica scorsa 23 giugno, a Bosia, durante la cerimonia conclusiva del “Premio Ancalau”.

Questo riconoscimento sposa appieno la mission del “Premio Ancalau”, ideato proprio per sostenere l’intraprendenza e “il coraggio di osare”, intesi come motore di crescita sostenibile del territorio. E, in effetti, non c’è migliore motore di crescita di queste attività commerciali che, alla luce del loro forte radicamento con il territorio, assicurano alle aree di “provincia” il mantenimento di servizi essenziali, presidi fondamentali per la salvaguardia delle comunità che abitano quei luoghi.

È con lo stesso spirito che Egea, fin dalle proprie origini, realizza progetti e servizi “su misura” a favore dello sviluppo sostenibile del territorio. Vanno in questa direzione: le iniziative che hanno portato alla diffusione capillare, nelle Langhe e nel Roero, del gas metano; la realizzazione di una rete di infrastrutture interconnesse per la gestione efficiente del servizio idrico integrato; i progetti di teleriscaldamento personalizzati sulla base delle singole esigenze; l’apertura di 26 sportelli territoriali; l’impegno di una qualificata rete di agenti dedicati, sempre pronti a supportare il cliente nella scelta della migliore offerta possibile per la fornitura di luce e gas; le opportunità di lavoro create a livello locale a favore di tanti giovani neolaureati e di chi l’occupazione l’aveva persa a causa della congiuntura. Tutto ciò oltre al sostegno di iniziative sociali, progetti culturali e realtà sportive. Perché, per Egea, dare valore alle “buone energie”, come sono sicuramente i piccoli negozi dell’Alta Langa, significa dare valore a tutto il territorio.

Da quando è stato istituito il premio “Ancalau local-global” è stato attribuito al “Mulino Mari­no” e alla famiglia Marino, al ca­seificio “Alta Langa” e alla famiglia Merlo, al birrificio “Baladin” e a Teo Musso.

Nel 2019 il premiato scelto dalla associazione culturale “Anca­lau” è il cheraschese Giuseppe Bernocco per le sue molteplici attività in campo tecnologico-industriale e, in ultimo, ma non certo ultima, per la scelta di far rivivere il prestigioso, popolare e amatissimo marchio “Galup”, l’industria dolciaria di Pine­ro­lo entrata nell’al­bese “Tcn Group” guidato dallo stes­so Bernocco. Un grande imprenditore che ha saputo, partendo da una dimensione locale, conquistare il mercato internazionale.

La premiazione è avvenuta durante la giornata di domenica scorsa, come sempre a Bosia, nel corso di un’intervista in piaz­za che ha dato modo di conoscere al pubblico presente il grande talento e la pari modestia della personalità premiata.

Il premio “Ancalau” anche que­st’anno è stato sostenuto con convinzione dagli “sponsor” “Eataly”, Banca d’Alba e gruppo “Egea” e ha come “me­dia partner” il settimanale “IDEA” e il quotidiano “La stampa”.