Sport

E' ufficiale: Mazzarri nuovo allenatore del Toro

Scritto da La redazione Giovedì, 4 Gen 2018 - 0 Commenti

Il Torino e Walter Mazzarri hanno trovato l'accordo, soddisfacendo la richiesta del tecnico toscano che chiedeva un ingaggio per un periodo più lungo rispetto a quello ipotizzato dal club granata. Il contratto dovrebbe essere fino al 30 giugno 2020.

Il Torino e Walter Mazzarri hanno trovato l'accordo, soddisfacendo la richiesta del tecnico toscano che chiedeva un ingaggio per un periodo più lungo rispetto a quello ipotizzato dal club granata. Il contratto dovrebbe essere fino al 30 giugno 2020. Mazzarri diventa l'undicesimo allenatore del Torino nell'era Cairo dopo De Biasi, Zaccheroni, Novellino, Camolese, Colantuono, Beretta, Lerda, Papadopulo, Ventura e Mihajlovic.

Dopo le voci seguite al match di Coppa Italia sull’esonero di Mihajlovic e la relativa ufficialità arrivata questa mattina, la società granata ha trovato il tecnico a cui affidare il compito di guidare la squadra in questa seconda parte di campionato.

Sarà dunque Mazzarri a dover portare Belotti e compagni verso l’Europa. Un compito che riporta in Italia il tecnico toscano impegnato, nella scorsa stagione, sulla panchina del Watford. Dopo l’addio agli inglesi, con i quali ha ottenuto una tranquilla salvezza nella stagione 2016/2017, dunque, il ritorno nel campionato di Serie A che lo ha vistoguidare come tecnico: Reggina, Sampdoria, Napoli, Inter.

E proprio i neroazzurri sono stati gli ultimi uomini allenati da Mazzarri prima dell’addio al nostro campionato. Nella prima stagione alla guida dei milanesi, (2013/2014) ottiene 15 vittorie, 15 pareggi e 8 sconfitte ottenendo un 5° posto che vale la qualificazione all’Europa League. Risultati che vengono ribaltati, invece, la stagione successiva. E che gli valgono l’esonero dopo appena 11 partite in favore di Roberto Mancini.

Ma quella con l’Inter, come detto, è solo l’ultima delle esperienze nel calcio Italiano. La sua carriera, infatti, sboccia e dopo la Reggina con cui ottiene la salvezza per ben tre stagioni consecutive passa ad allenare prima la Sampdoria e poi il Napoli. Anche con i liguri, dove trova ed allena Antonio Cassano, i risultati sono positivi. Nella prima stagione (2007/08) conquista l’accesso all’Europa League mentre l’anno successivo centra l’obiettivo della finale di Coppa Italia persa poi contro la Lazio ai rigori. Poi, il trasferimento al Napoli l’esperienza di maggior rilievo e che, sicuramente, gli ha riservato le maggiori soddisfazioni.

Il campionato 2009/2010 vede il Napoli qualificarsi all’Europa League con due gare di anticipo sulla fine del campionato. L’annata successiva vede i partenopei passare la fase a gironi della Coppa europea, venendo poi eliminati dal Villareal, mentre in campionato chiudono al terzo posto qualificandosi per la Champions League. Risultati che lanciano sotto i riflettori il Napoli che, tuttavia, non riesce a bissare il risultato anche l’anno successivo. Nel 2011/2012, infatti, la formazione guidata da Mazzarri chiude il campionato al 5° posto uscendo dalla Champions dopo la sfida agli ottavi di finale contro il Chelsea. Il rendimento in campionato sembra costringere i partenopei ai play-off di Europa League, scampati solo grazie alla vittoria della Coppa Italia contro la Juventus. Primo trofeo per Mazzarri da allenatore e successo che in città mancava da più di vent’anni.

Ora il Toro, demotivato, senza grinta  e senza gioco. Un compito difficile per ridare smalto speranza e credibilità ad un ambiente piuttosto depresso...

  


  • Adsense slot ID 9166920842">