Scuola & Formazione

Astiss, per tutto il mese di luglio aperto sportello informativo per il corso di Laurea Infermieristica

Scritto da La redazione Martedì, 2 Lug 2019 - 0 Commenti

Per i nuovi immatricolati 2019/20: gli interessati dovranno fissare un appuntamento allo 0141 33435. La didattica del polo Astiss (lezioni in aula, ma soprattutto tirocini e attività nei reparti ospedalieri e delle case di cura) erogata dal corso di Infermieristica dell'Università di Torino, piace agli studenti provenienti da altre aree e città italiane.  

Dal 1 luglio al 31 luglio, nella sede del Polo Universitario di piazzale Fabrizio De Andrè (ex caserma Colli di Felizzano), di Asti, sarà operativo lo sportello informativo per gli studenti diplomati, interessati ad immatricolarsi al corso di laurea in Infermieristica, per l'anno accademico 2019/20.  

Saranno presenti per rispondere a domande e chiarimenti i tutor del corso di laurea in Infermieristica: tutti gli interessati dovranno fissare un appuntamento allo 0141.33435. 

Verranno fornite indicazioni utili ad affrontare il test di ammissione, previsto per il giorno 11 settembre 2019 presso l’Università di Torino, le modalità di iscrizione e di frequenza, l’organizzazione delle attività, le materie di studio, il tirocinio, il lavoro nei laboratori esperienziali e gestuali, le attività elettive. 

Gli interessati potranno anche visitare la sede del corso e ricevere indicazioni sulla compilazione della procedura per l’iscrizione al test di ammissione, possibile solo in modalità on-line. 

Si amplia il bacino geografico degli studenti di Infermieristica: astigiani ma anche giovani provenienti dalla provincia di Alessandria, dal Torinese, da Puglia e Sicilia

La didattica del polo Astiss (lezioni in aula, ma soprattutto tirocini e attività nei reparti ospedalieri e delle case di cura) erogata dal corso di Infermieristica dell'Università di Torino, piace agli studenti provenienti da altre aree e città italiane.

"La diffusione attraverso  il "passaparola - sottolinea il coordinatore del corso ad Asti, Mauro Villa - ha portato al polo Rita Levi Montalcini studenti 'forestieri' residenti in particolare ad Alessandria e dintorni, dal Torinese e Chierese, ma anche alcuni ragazzi/e (con una prospettiva di ulteriore incremento) dalle regioni Puglia e Sicilia che trovano utile professionalmente, di livello avanzato, il nostro modello di insegnamento. Al momento i più vicini - continua Villa- fanno i pendolari fra la loro città e l'università mentre i più lontani si sono aggiustati condividendo gli appartamenti di studenti, amici e parenti; certamente è una situazione temporanea che richiede per gli studenti esterni, per il futuro, altre soluzioni di residenzialità per motivi di studio". 

"L'arrivo di studenti presso Astiss è una buona notizia che avvalora e rinforza l'impegno degli Enti e delle Istituzioni impegnate nel progetto universitario sul nostro territorio - aggiunge il presidente del consorzio Astiss, Mario Sacco, anche presidente Fondazione CR Asti - . Certamente da qui ai prossimi mesi sono più che giustificati e opportuni ulteriori ragionamenti, sia con gli amministratori locali, sia nelle sedi deputate della regione, per individuare soluzioni e favorire la creazione di servizi di nuova residenzialità per gli studenti che decidono, con sacrifici personali e familiari, di venire a studiare nella nostra città". 

"L'alta formazione è una prerogativa di questo polo - conclude Sacco - in particolare nel settore socio sanitario, ambiti nel quale oltre ai medici scarseggiano altre figure fondamentali per garantire un elevato livello di assistenza e cura; mi riferisco agli infermieri appunto, agli operatori socio sanitari, agli assistenti sociali di cui il nostro Polo si è specializzato attraverso i corsi di laurea e le scuole avviate in sinergia con l'Università e la Regione Piemonte" .