Cultura & Spettacoli

Asti, un libro per ricordare l'85esimo anno dell'ANFI: la storia della GdF

Scritto da La redazione Martedì, 9 Ott 2018 - 0 Commenti

Un racconto pionieristico di storia delle Fiamme Gialle che ad Asti, hanno scritto pagine di autentico spessore curato da Enrico Fuselli, insegnante di Perugia, figlio di un finanziere che ha scelto di parlare del Corpo da “civile”.

Grande festa sabato scorso per l'Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia, Sezione di Asti, che in occasione dell'85 esimo anno di vita, ha presentato il libro “Asti – Terra di Fiamme Gialle” (Tipografia Piano, 136 pagine). 

Un racconto  pionieristico di storia delle Fiamme Gialle che ad Asti, hanno scritto pagine di autentico spessore curato da Enrico Fuselli, insegnante di Perugia, figlio di un finanziere che ha scelto di parlare del Corpo da “civile” (“quando dissi a babbo che non avrei vestito la divisa, a lui prese quasi un colpo” dice tra il serio e il faceto. “E' il terzo libro che scrivo sulla Guardia di Finanzaprosegue - e devo dire che lavorando negli archivi a Roma, ho trovato tanti documenti e fotografie che mi hanno permesso di arricchire la pubblicazione”.

Poi Fuselli, ammette anche di essere affascinato da sempre del "grande astigiano" Vittorio Alfieri, che merita molta attenzione. “Asti non solo deve eessere grata allo studioso ma dovrebbe  farne il vessillo per attrarre turisti in città”. 

E in una "Sala Pastrone", all'interno del Teatro Alfieri, al completo, si è sviluppata una cerimonia che ha messo in risalto e avvicinato i Finanzieri di ieri a quelli di oggi, un virtuale passaggio del testimone, rivedendo fotografie e video a conferma dello spirito di corpo che anima le Fiamme Gialle.

Questo dopo aver assistito in Piazza San Secondo ad un'esibizione degli Sbandieratori del Palio di Asti dell'Associazione A.S.T.A..

Sul palco, coordinati e stimolati dal collega Franco Binello de La Stampa, si sono alternati sotto la regia di Michele Marchese, artefice di questa importante iniziativa, presidente dell'ANFI astigiano, i vari ufficiali di epoche passate e presenti, dopo l'intervento delle Autorità cittadine (il sindaco, Maurizio Rasero e il presidente della Provincia, Marco Gabusi), si è passati alla consegna di vari riconoscimenti. 

La mattinata, prima del rinfresco - buffet offerto da chi ha sostenuto l'iniziativa (Cà Vittoria, Laura's Restaurant, Guido Ristorante, Asti Docg, Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato) insieme alla Fondazione CR Asti  e Banca di Asti, si è chiusa con un breve concerto della violinista astigiana Chiara Carrer, diplomata al Conservatorio di Torino e collaboratrice di artisti di fama internazionale quali: Salvatore Accardo, Andrea Bocelli, Il Volo e Giovanni Allevi.

La nostra associazionesottolinea Michele Marchese, dinamico presidente è un luogo dello spirito, che conserva intatti e immutabili, gli ideali che hanno spinto tutti noi ad arruolarci nel Corpo”.

La Guardia di Finanza dal volto umano, uomini e donne come noi che svolgono un lavoro difficile, delicato a tutela della legalità e correttezza. Una giornata disincantata fra la gente.

a. fu.


  • Adsense slot ID 9166920842">