Sport

Asti, nuovo successo di partecipazione alla 10^ Corridown

Scritto da La redazione Lunedì, 12 Mar 2018 - 0 Commenti

Nonostante il brutto tempo, sabato scorso a Zanco di Villadeati, in 440 si sono presentati ai nastri di partenza della Corridown, tradizionale manifestazione podistica non competitiva organizzata dal CEPIM di Asti.

Non importa se piove o nevica, la Corridown del CEPIM sfida le intemperie e vince sempre, con il consueto carico di entusiasmo e partecipazione!

Sabato scorso a Zanco di Villadeati (AL), in frazione Fontanina, la manifestazione ha celebrato i 10 anni con 440 iscritti di cui 120 bambini e ragazzi.

Un nuovo successo di partecipazione dunque per questa “corsa tra amici” che è diventata un bell’appuntamento per tanti.

Pur essendo una corsa non competitiva c’è chi ha fatto ritorno al punto di partenza prima degli altri: nel percorso più lungo il giovanissimo Girma Lombardo, del Progetto Junior, ha tagliato il traguardo in 31’18” davanti ad Achille Faranda e Silvio Gambetta, mentre tra le donne la più veloce è stata Marita Cairo.

Prevista anche la versione più corta della corsa, di 5 km, che Nicolò Sciortino ha completato per primo davanti a Matteo Sperindeo, tra le donne Cristiana Barchiesi ha concluso davanti a Francesca Cheula. Il premio speciale “Marcolino Fassio” è stato assegnato all’associazione GSH Pegaso di Asti; premiati anche il Progetto Junior, l’Atletica Castell’Alfero, il Gruppo Scout Monferrato1 e la Cattedrale Asti.

Nel corso della giornata sono stati raccolti in totale 3.310 euro; 3.060 euro andranno a sostenere le attività riabilitative di logopedia, psicomotricità, arteterapia e musicoterapia che il CEPIM Asti rivolge ai più piccoli, mentre 250 euro, frutto di apposita raccolta fondi, saranno indirizzati alla Associazione Guatemalteca per la Sindrome di Down, come proposto dalla Down Syndrome International, in occasione della campagna mondiale del 21 marzo “Era la Decima, un “compleanno” importante, e grazie ai tanti presenti lo abbiamo festeggiato al meglio.

Tra i vari obiettivi della giornata vi era quello di promuovere la prossima Giornata Mondiale delle persone con Sindrome di Down del 21 marzo il cui slogan sarà #WhatIBringToMyCommunity. Nel nostro piccolo abbiamo provato a rendere concreto questo slogan. Allegria, sano divertimento in un bello spirito di amicizia e di voglia di stare insieme intanto lo abbiamo portato. Un ambiente inclusivo è quello che sogniamo per i nostri ragazzi e siamo convinti sia davvero una ricchezza per tutti”.


  • Adsense slot ID 9166920842">