Cultura & Spettacoli

Asti, il MFE presenta un libro per parlare di Europa

Scritto da La redazione Giovedì, 14 Mar 2019 - 0 Commenti

"Verso la difesa europea - L'Europa e il nuovo ordine mondiale" è il titolo del libro di Domenico Moro (Edizioni Il Mulino) che sarà presentato domani, venerdì 15 marzo alle ore 18 nella Sala Platone del Comune di Asti (Piazza San Secondo).

"Verso  la  difesa  europea - L'Europa  e  il  nuovo  ordine  mondiale"  è  il titolo  del  libro  di  Domenico  Moro  (Edizioni  Il  Mulino)  che  sarà presentato  domani, venerdì  15  marzo   alle  ore  18  nella Sala  Platone  del Comune di Asti (Piazza San Secondo).

L'iniziativa    è    del    Movimento    Federalista    Europeo,    con    la collaborazione  della  "Fondazione  Giovanni  Goria".  Dopo  i  saluti  del Sindaco   Maurizio   Rasero   e   di   Davide   Arri   e   Marco   Goria,   in rappresentanza   dei   soggetti   promotori,   il   tema   sarà   illustrato dall'autore. 

Domenico  Moro,  già  Dirigente  del  Gruppo  Fiat,  fa  parte  attualmente del  Consiglio  Direttivo  del  Centro  Studi  sul  Federalismo  di  Torino, dell'Unione Europea dei Federalisti e del World Federalist Movement. E'  stato  anche  Direttore  dell'Istituto  di  Studi  Federalisti  "Altiero Spinelli" di Ventotene.

Il   volume   analizza   le   prospettive   del   processo   di   unificazione dell'Europa  in  un  quadro  mondiale  sempre  più  instabile  alla  luce  di recenti importanti decisioni adottate dall’UE in materia di difesa.   Alla  relazione  seguirà  il  dibattito;  le  conclusioni  saranno  affidate  a Raffaele  Giugliano,  Presidente  MFE  Asti.  I  lavori  saranno  coordinati dal giornalista Carlo Cerrato.
 
Movimento Federalista Europeo e Fondazione Giovanni Goria stanno inoltre  lavorando  ad  un  altro  evento  in  programma  per  sabato  23 marzo   dalle 15,30  al  Santuario  di  Crea  (Alessandria), nel Monferrato.  Si  tratta  di  un convegno  di  studio  per  ricordare  lo  storico  incontro  tra  il  Presidente del  Consiglio  Alcide  De  Gasperi  e il  Ministro  degli  Esteri  francese Georges Bidault avvenuto il 22 marzo 1948, che segnò il disgelo delle relazioni  tra  Italia  e  Francia  dopo  la  tragedia  della  seconda  guerra mondiale  e  l'ingresso  da  protagonista  del  nostro  Paese  nel  processo d'integrazione europea.