Politica & Istituzioni

Asti, "Cara Motta, basta sterili attacchi. Le elezioni regionali sono ancora lontane"

Scritto da La redazione Lunedì, 5 Nov 2018 - 0 Commenti

I Consiglieri Comunali della “Lista civica Rasero controbattono alle osservazioni sollevate dalla capogruppo del Pd in Comune, nei confronti delle ultime decisioni e non decisioni del sindaco di Asti.

Riceviamo ed integralmente pubblichiamo

Cara Consigliera Motta,

come vede non ci tiriamo indietro, siamo qui pronti a chiarire ogni dubbio, ma soprattutto a lasciar cadere e non ricevere le sue insinuazioni.

Come parte della maggioranza noi ci siamo, pronti a rispondere e a non ad alzare le mani come soldatini, ma a ragionare insieme alla giunta e al sindaco come si confà ad una squadra.

Ebbene sì, a ragionare con la giunta come accade spesso, sovente, sempre.

Perché è così che un sindaco prende le decisioni, al pari di un presidente di provincia o regione, ma forse lei non è abituata a condividere con i suoi vertici...

Non è questo far politica, ma condividere idee.

La stessa condivisione che ci ha portati a candidarci con il Sindaco come lista civica per stare lontani dalle mere questioni partitiche che differentemente da lei non condividiamo. I motivi che hanno spinto la dott.ssa Primitivi ad allontanarsi dal direttivo ASP, da quanto traspare dalla lettera di dimissioni, sono strettamente di origine personale e legati ad impegni familiari per tanto troviamo scorretto imputarli al rapporto della stessa con il sin daco o legato a futili ripicche per la non assegnazione del ruolo “Dirigente del personale”. Solitamente tali nomine vengono fatte dalla figura del Sindaco, di versamente da chi lo ha preceduto, Rasero, ha voluto condividere con gli assessori quale fosse la scelta più idonea senza ovviamente trascendere i giudizi della commissione tecnica né tantomeno privilegiare amici e conoscenti a discapito delle competenze.

In merito al ex pres. L. Negro le dimissioni vanno imputate, come da dichiarazioni, al poco spazio di manovra e alle “mani legate” per la parte pubblica. Ciò è sostanzialmente dovuto a gravi lacune e difetti nello Statuto e nei Patti Parasociali che squilibrando i poteri accentrano e rendono il A.D. la figura di massima decisione.

Infine lasciamo ai cittadini la facoltà di giudicare se Asti sia più pulita o meno rispetto al passato e non cogliamo una faziosa critica che lascia il tempo che trova, gli aumenti decisi non serviranno certo a questo o per lo meno non solo... così come troviamo sterile citare gli aumenti, tutti abili artifizi in un periodo vicino alle candidature per le regionali.... che la rivedranno forse protagonista?

Sarà questa la motivazione per cui è così attiva su stampa e social?

Le suggeriamo di brillare di luce propria poiché sono finiti i tempi in cui denigrare l’altro portava voti.

Buona Campagna Elettorale!

I Consiglieri “Lista civica Rasero”

Ragusa Francesca

Gianbattista Filippone

Valleri Ivo

 

Vedi anche http://langheroeromonferrato.net/asti-asp-e-urbanistica-le-mancate-risposte-del-sindaco-rasero-ad-angela-motta

 


  • Adsense slot ID 9166920842">