Salute & Ambiente

Asl CN1, dopo la tragedia sul Gelas l'importanza della Psicologia del S. Croce

Scritto da Alberto Fumi Mercoledì, 27 Giu 2018 - 0 Commenti

Attività di supporto in gruppo a sostengo dei soci della Podistica Valgrana, di cui la vittima faceva parte. Il servizio a disposizione di chi avesse assistito all’evento.

Il "Trauma Center" psicologico dell’azienda ospedaliera S. Croce e Carle di Cuneo si è attivato a inizio settimana in seguito all’incidente avvenuto sul Gelas, in cui ha perso la vita uno scialpinista

Si è avviata, in collaborazione con la "Podistica Valgrana", un’attività di supporto in gruppo per i soci dell’Associazione sportiva, di cui la vittima era parte attiva.

Il "Trauma Center" è disponibile a dare supporto tempestivo per altri alpinisti che si siano trovati nella zona dell’incidente e che abbiano, anche a distanza, assistito alla drammatica caduta della vittima e riportino conseguenze traumatiche.

“Prendere parte, anche solo come osservatori, ad un incidente o altra vicenda drammatica - afferma Maura Anfossi, responsabile del Trauma Centerrende le persone vulnerabili al rischio di sviluppare un senso di allerta persistente con insonnia, incubi e ricordi intrusivi che possono evolvere in un Disturbo da Stress Post-traumatico. Un intervento di psicologia dell’emergenza, può dare immediato sollievo e prevenire l’evoluzione di sintomi ansiosi”.

Per informazioni e richieste contattare il Trauma Center alla mail psicologia@ospedale.cuneo.it oppure telefonare al numero 0171/641369 i lunedì del mese di luglio dalle 11.30 alle 12 e tutti i giovedi dello stesso mese dalle 11 alle 12.




 


  • Adsense slot ID 9166920842">

Condividi questo articolo

Ti potrebbe interessare anche..