Politica & Istituzioni

Angela Motta: "E' in sicurezza l'area astigiana del Parco di Rio Crosio?"

Scritto da La redazione Mercoledì, 10 Apr 2019 - 0 Commenti

Contattata da un gruppo di residenti in zona, nei giorni scorsi Angela Motta, capogruppo del Pd nel Consiglio Comunale di Asti, ha svolto un sopralluogo al Parco di Rio Crosio.

Angela Motta ha così potuto constatare di persona le condizioni dell'area dopo che gli stessi cittadini le avevano fornito numerose fotografie: le stesse immagini che la capogruppo del Pd in Consiglio Comunale provvede ora a diffondere ai media.

"Quello che ho visto: alberi sradicati - indica Motta - grossi rami caduti o penzolanti, come nel caso della pianta a poca distanza dalla zona giochi dei bambini, nello stesso prato in cui i piccoli si spingono a correre. Ci sono poi innumerevoli piante tagliate dietro al campo di calcio di via Fregoli in conseguenza dei lavori di messa in sicurezza dell'area verde, come avverte un cartello affisso all'ingresso di Largo Baden Powel, nella parte alta del parco verso l'ex torre dell'acquedotto".

L'avviso, che indica il "pericolo di caduti rami e il divieto di accesso, transito e sosta fino a termine lavori di messa in sicurezza dell'area", è in condizioni deplorevoli: difficile che qualcuno riesca a leggerlo e a tutelarsi.

"Proprio il cancello di Largo Baden Powel - rileva la capogruppo Pd - manca di un'anta. Inesistente anche quello dell'ingresso al parco di corso Venticinque Aprile: chiedo al Comune, se per ragioni di sicurezza anche a seguito dell'ultimo episodio con ferimento di un giovane con un colpo di pistola all'interno di un'area verde cittadina, non ritenga di riposizionare la cancellata. E di chiudere, la sera, quelle già esistenti in altri giardini. Il sindaco Rasero ha recentemente dichiarato che 'non basta installare cancelli, bisogna anche avere personale che apre e chiude'. Presto arriveranno nuovi vigili alla Polizia Municipale: s'intendono impiegare anche a tale scopo? L'assessore Bona, che nelle settimane scorse ha ipotizzato il coinvolgimento delle Guardie zoofile, che cosa ha poi deciso di fare?".   

Tra gli altri problemi segnalati dai cittadini, l'ammasso di assi in legno inutilizzabili nell'area attrezzata per cani senza guinzaglio, e le tante cataste di rami che si susseguono in vari punti dell'area verde e che rendono scontate le seguenti domande: "Il Comune quando prevede saranno terminati i lavori? - chiede Motta - Quando verranno rimossi tutti i materiali e saranno ripristinate le condizioni di sicurezza?".