Sport

American Football, serata di premiazioni a Cavallermaggiore in casa Vikings

Scritto da La redazione Lunedì, 24 Giu 2019 - 0 Commenti

Premiati gli MVP Chiavazza e Curiotto, il coach Bassi e tutti gli atleti, lo staff, sponsor, enti e associazioni che hanno contribuito alla stagione appena conclusa.

Sabato sera di festeggiamenti in casa Vikings per la stagione appena conclusa, con la cerimonia di fine campionato che si è svolta presso il Salone San Giorgio di Cavallermaggiore alla presenza del sindaco Davide Sannazzaro, dei componenti del team e di numerose persone che hanno lavorato insieme ai Vikings.

La serata è iniziata con il discorso del presidente Davide Olocco che ha voluto ringraziare tutti i partecipanti al primo anno di vita dei Vikings: “E' passato quasi un anno e mezzo dalla nascita dell’Associazione e abbiamo chiuso due settimane fa il primo campionato che ha dimostrato la grande voglia di fare bene di questo team. Le difficoltà sono state molte, a partire dall’inesperienza e dal roster di giocatori ridotto all’osso – continua il presidente Vikings – ma le soddisfazioni per i successi ottenuti e per la crescita costante di tutto il team sono inestimabili. Avere al nostro fianco un coach come Bassi che ha saputo organizzare al meglio le risorse in campo portando il team ai quarti di finale di Conference e dei giocatori che hanno creduto nel progetto e hanno dimostrato una crescita forte e continuativa ci ha permesso di raggiungere risultati oltre le aspettative. Il grande staff che ci ha seguiti e supportati per tutto il campionato svolgendo le mansioni più svariate è stato eccellente e ci ha aiutato nella crescita e nei risultati raggiunti”.

Dopo il discorso iniziale è stato presentato il video ufficiale dei Vikings e del campionato 2019, che oltre a voler promuovere il football ed i Vikings, vuole anche essere un ricordo della stagione.

Prima delle premiazioni si è voluto dedicare una parte della serata ai Medici con l’Africa Cuamm, partner dei Vichinghi cavallermaggioresi, che hanno così presentato le loro attività e con l’intervento di Annalisa Donalisio (medico sociale dei Vikings) e Stefano Durando hanno spiegato come è nata questa partnership tra Vikings e Cuamm che sta portando i frutti desiderati e che si vuole far crescere sempre più.

E’ seguito poi un momento di riconoscimento a tutti coloro che hanno partecipato alla costruzione, crescita e miglioramento di questa squadra.

Una foto ricordo del campionato vissuto è stata donata agli sponsor, al sindaco Davide Sannazzaro per la Città di Cavallermaggiore, al Presidente della Pro Loco Cavallermaggiore Emanuele Testa per le collaborazioni che si sono sviluppate, al Cuamm, a tutti i giocatori, coach, staff e aiutanti che a vario titolo fanno parte dei Vikings.

Alla fine dell’evento si è giunti al momento clou della cerimonia, le premiazioni degli MVP (Most Valuable Player, ovvero miglior giocatore) di attacco e difesa e di chi ha svolto ruoli particolarmente importanti nella stagione 2019. Prima si è voluto premiare con una targa il coach Paolo Bassi per il grande lavoro svolto con impegno e per i successi che si sono ottenuti.

È stato poi il momento di consegnare un premio speciale a Peter Ferlemann, quarterback durante l’anno appena concluso, è stato una persona che ha dedicato tantissimo e ha aiutato in modo particolare la squadra dentro e fuori dal campo, donando la sua esperienza e la sua tenacia a questo team.

Gli MVP invece sono andati per l’Attacco a Lorenzo Chiavazza, scarnafigese classe ’95, e per la difesa a Samuele Curiotto, cavallermaggiorese classe ’98.

“E’ stata una scelta dura e combattuta quella degli MVP – commenta il Presidente Olocco – perché molti giocatori hanno dimostrato voglia di fare, una crescita costante e un impegno molto grande. Abbiamo voluto premiare due giocatori giovani, di cui uno con pochissima esperienza, che hanno dimostrato capacità e impegno fuori dal comune con i risultati importanti in campo”.

Ora conclusa la stagione l’impegno è già rivolto al prossimo anno sportivo e ai nuovi progetti che si vogliono mettere in campo per rafforzare la squadra e crescere ulteriormente come associazione.

 

Photo by Silvia Olocco