Cultura & Spettacoli

All'Alfieri di Asti il XV concorso di danza Futurando

Scritto da La redazione Venerdì, 15 Mar 2019 - 0 Commenti

Sabato 16 e domenica 17 marzo uno dei concorsi per giovani danzatori non ancora professionisti più seguiti e partecipati tra quelli promossi a livello nazionale.

Sono alte le aspettative di organizzatori, giurati e pubblico per la quindicesima edizione di Futurando, concorso nazionale di danza, che si terrà sabato 16 e domenica 17 marzo nella prestigiosa cornice del Teatro Alfieri di Asti, con il patrocinio della Regione Piemonte, del Comune di Asti e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti.

Un importante traguardo e un significativo segnale di continuità per un evento che, dopo quindici anni, si è ormai consolidato ed affermato come uno dei concorsi per giovani danzatori non ancora professionisti più seguiti e partecipati tra quelli promossi a livello nazionale.

Prova ne sono i numeri in costante crescita, sia delle scuole aderenti, sia degli allievi iscritti nelle varie categorie. Inoltre, la partecipazione di allievi sempre più preparati, nel corso degli anni, ha contribuito a far salire il livello generale del concorso, nato per promuovere e valorizzare l’impegno formativo delle scuole di danza, ma capace di individuare e valorizzare nuovi talenti meritevoli di borse di studio e di perfezionamento presso le più illustri Accademie di danza nazionali ed europee.

Sono circa quattrocento, infatti, i giovani e giovanissimi danzatori che anche quest'anno giungeranno ad Asti per il concorso, tra molte conferme e altrettante nuove adesioni, quaranta le scuole di danza coinvolte provenienti da cinque regioni del Nord Italia, che daranno vita a due intense giornate di concorso con un ricco programma di esibizioni.

Fondamentale sarà il compito della giuria a cui spetterà il compito di giudicare ciascuna esibizione, con particolare attenzione, competenza e rapida capacità valutativa.

La giuria avrà inoltre la facoltà di assegnare menzioni speciali e, soprattutto, le ambitissime borse di studio a danzatori particolarmente meritevoli, che si saranno distinti positivamente nel corso delle esibizioni: occasioni uniche e imperdibili per svolgere un percorso di alta formazione in Italia e all'estero, presso accademie e centri di formazione professionale, sotto la guida di docenti e coreografi di livello internazionale, molti dei quali presenti a Futurando in qualità di giurati.

Sabato 16 la giornata sarà dedicata alla danza classica, neoclassica e di carattere, con esibizioni di gruppi e solisti e variazioni tratte dal repertorio classico, mentre la giornata di domenica 17 sarà dedicata al panorama creativo più attuale, con esibizioni di danza moderna, contemporanea, hip hop, video dance e composizione coreografica.

Al termine di ogni giornata di concorso seguirà la premiazione delle migliori coreografie in programma, I vincitori delle diverse sezioni si contenderanno, al termine delle due giornate di concorso, il primo premio assoluto del Concorso.

Madrina dell’evento sarà la giovanissima Alessia Sasso, astigiana, vincitrice della X Edizione di Futurando e ora allieva del settimo corso della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano.

“Siamo orgogliosi, di questo importante traguardo, emozionati e pronti a dare il via a questa nuova edizione di Futurando – spiega Claudia Barbero direttrice artistica dell’evento –Anche quest’anno Futurando ci svelerà sicuramente nuovi talenti e giovani promesse del mondo della danza.”

Già resi noti i nomi degli otto giurati, tutti professionisti del settore di fama internazionale. A valutare i concorrenti saranno Oliver Matz, direttore della Tanz Akademie di Zurigo, il coreografo Massimiliano Volipini, Paola Vismara, docente della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala, Massimo Moricone, docente e coreografo, la maitre de ballet Silvia Brioschi, vicepresidente dell’Associazione Evgeneij Polyakov e la coreografa internazionale Marisa Ragazzo e, per la critica, i giornalisti e critici di danza Cristiano Merlo e Vito Lentini.

Ad impreziosire la serata ospiti importanti della danza italiana: Eugenio Lepera e Agnese Di Clemente dal Teatro alla Scala di Milano che danzeranno un pas de deux su coreografia di Massimiliano Volpini, un momento di incontro per tutti i giovani e giovanissimi talenti coinvolti, per sognare e confrontarsi con quello che potrebbe essere il loro futuro.

I biglietti saranno in vendita presso la biglietteria del Teatro Alfieri nei giorni stessi della manifestazione (intero10 euro e ridotto 5 euro per bambini fino a dieci anni).