Cronaca

Alessandria più sicura con il “Piano Coordinato Interforze”

Scritto da La redazione Lunedì, 20 Mag 2019 - 0 Commenti

Le attività sono volte a prevenire e contrastare prettamente i fenomeni di spaccio di sostanze stupefacenti oltre che le condotte inurbane come danneggiamenti e deturpamenti dell’area di verde pubblico che interessano quel territorio.

Si è appena conclusa nella città di Alessandria, la prima fase  del “Piano Coordinato Interforze” di controllo del territorio della durata di due settimane, che ha coinvolto accanto alla Polizia di Stato anche l’Arma dei Carabinieri, i militari della Guardia di Finanza e la Polizia Municipale, con la collaborazione giornaliera e costante, dei nuclei speciali del Reparto Prevenzione Crimine della Regione Piemonte finalizzato alla prevenzione e contrasto delle diverse forme di criminalità.

Le attività sono state coordinate da personale della Questura: Divisione Polizia Amministrativa ed Immigrazione, Sezione Volanti, Squadra Mobile e coadiuvato da personale della Polizia Ferroviaria, dei Reparti Prevenzione Crimine Piemonte e delle unità cinofile.

Si è, infatti, palesata l’opportunità di elaborare una progettualità di intervento mirata all’intensificazione dell’attività di controllo del territorio nell’area di Piazzale Curiel (esterno alla stazione ferroviaria) e di Piazza della Libertà, in uso quale ampio parcheggio cittadino.

Entrambe le zone di interesse sono oggetto di transito di abitanti e turisti ma spesso oggetto di stazionamento di senza fissa dimora e stranieri non occupati, che hanno aumentato il degrado del posto e diminuita la percezione di sicurezza dei cittadini.

Le attività sono volte a prevenire e contrastare prettamente i fenomeni di spaccio di sostanze stupefacenti oltre che le condotte inurbane come danneggiamenti e deturpamenti dell’area di verde pubblico che interessano quel territorio.

Nell’arco delle due settimane del servizio, dal giorno 9 al 18 maggio u.s. , sono stati effettuati svariati posti di controllo in prossimità di dette aree cittadine.

La prefata attività ha permesso di identificare nr. 233 persone di cui 74  con precedenti di polizia e 152 cittadini extra unione europea; Sono stati controllati nr.28 veicoli e nr. 2 esercizi pubblici.

Nell’ambito del servizio sono stati  emessi n. 3 ordini di allontanamento ex art. 9 del D.L. 20 Febbraio 2017 (Decreto Sicurezza), per le condotte di manifesta ubriachezza ed accattonaggio molesto;

Sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria n. 3 soggetti per la violazione dell’obbligo di allontanamento del Questore ex art. 14 co. 5 ter del Testo Unico dell’Immigrazione, n.1soggetto per violazione degli obblighi inerenti al soggiorno ex art. 6 comma 3 T.U. sull’Immigrazione, n. 1 per porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere ex art 4 Legge 110/1975,  n. 2 soggetti  per possesso di sostanza stupefacente ai sensi dell’art. 75 Dpr. 309/1990.

Inoltre, sono stati emessi n.2 verbali di invito davanti all’autorità di p.s. al fine di regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale ex art. 15 TULPS, è stato eseguito un sequestro amministrativo di sostanza stupefacente del tipo Marijuana a carico di ignoti per 3.6 grammi, sono stati notificati n.3 decreti di esclusione dalle misure di accoglienza della Prefettura di Alessandria, ed eseguito un ordine di espulsione a carico di uno straniero irregolare ai sensi dell’art 15 D.lgs. 286/1998 (T.U. Immigrazione).

Il Questore Michele Morelli ha fornito indicazioni alla Divisione Anticrimine della Questura per la verifica della posizione giuridica dei soggetti gravati da precedenti penali ai fini dell’applicazione di Misure di Prevenzione, ovvero di quei provvedimenti di competenza questorile, quali Avviso Orale e Foglio di Via Obbligatorio, che colpiscono le persone pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica.