Politica & Istituzioni

Alessandria, la Questura ha ricevuto in dotazione le nuove Volanti "Mercurio"

Scritto da La redazione Giovedì, 7 Feb 2019 - 0 Commenti

Si tratta di un sistema installato che unisce hardware e software coordinati dal PC in funzione nella Sala Operativa. Il progetto è stato sostenuto anche con il contributo della Fondazione CR Alessandria.

Durante la Cerimonia del Solenne Giuramento del 202° corso Allievi Agenti della Polizia avvenuto nella Scuola di Polizia di Alessandria martedì scorso 5 Febbraio, alla presenza del Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli è stato possibile inaugurare le nuove Volanti Seat Leon della Questura di Alessandria dotate del tecnologico sistema “Mercurio” costituito da un connubio tra hardware e software e coordinati da un moderno pc istallato presso la Sala Operativa della Questura.

L’istallazione del sistema "Mercurio" è stato possibile grazie al contributo economico corrisposto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha creduto fortemente nel progetto e nelle potenzialità di miglioramento che si sarebbero potute apportare sotto l’aspetto della sicurezza a vantaggio della cittadinanza.

Il sistema Mercurio prevede in dotazione alla Volante: Sistema gps; Stampante di bordo; telecamera e fotocamera interna; tablet con sistema bluthooth; sistema “Client geomanager” costituito da 1 computer e 2 monitor per il coordinamento “live”  delle attività delle volanti presso la Sala Operativa ; applicazioni specialistiche istallate sia sui tablet di servizio che sugli smartphone degli operatori.

Già operativo in alcune realtà italiane, il Sistema Mercurio ha portato enormi vantaggi nel controllo del territorio, aumentando esponenzialmente la sicurezza degli operatori, diminuendo il tempo necessario per la conclusione del singolo intervento, ed è risultato essere decisivo nella lotta ai fenomeni di furti d’auto, nonché per la rilevazione dell’assenza di copertura assicurativa e revisioni delle stesse.

Le tecnologie di cui il sistema è dotato sono in grado di incrementare in maniera esponenziale l’efficacia dell’azione di prevenzione dei dispositivi territoriali, elevando ulteriormente le condizioni di sicurezza in cui opera il personale quotidianamente.

Vi è la possibilità di inoltrare allarmi direttamente con un pulsante in Sala Operativa in maniera immediata, consentendo a quest’ultima di rimanere in ascolto radio anche nelle zone non coperte e, soprattutto, anche nei casi in cui la Sala dovesse perdere il contatto con la pattuglia.

In questi casi, infatti, la telecamera istallata sulla vettura ed il gps di cui è dotato il tablet permetterebbero di rilevare la posizione e verificare la situazione di emergenza mediante ascolto e ripresa video live.

Una delle innovazioni più rilevanti è il controllo automatizzato delle targhe dei veicoli.

"Mercurio", infatti, mediante la ripresa live dalla telecamera e la gestione automatizzata delle informazioni direttamente dal tablet sulla vettura, permette una lettura ed un controllo delle targhe istantaneo nel corso dell’attività di perlustrazione.

Se per il controllo di un singolo veicolo ci vogliono attualmente almeno 10 minuti, il Sistema Mercurio permette di controllare oltre 300 targhe all’ora in maniera automatica, con il semplice passaggio della volante sul territorio.

Un allarme sonoro avviserà gli operatori che ci si trova davanti ad un veicolo rubato, senza assicurazione o non revisionato, permettendo agli stessi di operare celermente.

Essendo caratterizzato da una sincronia tra il sistema hardware e software, Mercurio permetterà nei prossimi anni di utilizzare nuove tecnologie sempre più importanti.

Nel breve periodo sarà implementato il face scanner, che permetterà, mediante la telecamera, effettuare identificazioni di persone sospette direttamente dal veicolo con i dati presenti nelle banche dati; potrà inoltre essere verificata l’identità dei soggetti direttamente in vettura mediante l’innovativo sistema di identificazione mediante impronte digitali, operazione, quest’ultima, attualmente effettuata negli uffici della Questura.

Sulla base della breve sintesi effettuata, appare evidente che l’utilizzo delle tecnologie citate migliora esponenzialmente l’attenzione dell’operatore verso l’esterno, determinando un incremento delle condizioni di sicurezza in cui operano le pattuglie, aumentando, costantemente, l’efficienza del controllo del territorio.

Quanto detto costituisce solo una ridotta parte delle potenzialità tecnologiche di Mercurio, ulteriori migliorie saranno implementate nei prossimi tempi, in modo tale da garantire un controllo del territorio sempre più attento ed una maggior presenza degli operatori sul territorio.