Cronaca

Al carcere di Asti un Sinto ed un Rom: evasione dai domiciliari e furto aggravato su autovettura

Scritto da La redazione Sabato, 12 Gen 2019 - 0 Commenti

Cittadino di etnia Sinti residente presso il campo nomadi Pinot Gallizio trovato al di fuori della propria casa, mentre a Govone i militari della locale Stazione Carabinieri hanno denunciato a piede libero un uomo di 35 anni di origine Rom per furto aggravato su un’autovettura.

Nel corso dei servizi di controllo del territorio svolti negli ultimi giorni dai Carabinieri della Compagnia di Alba, i militari della locale Stazione hanno tratto in arresto per evasione un cittadino di etnia Sinti residente presso il campo nomadi Pinot Gallizio.

La settimana scorsa l’uomo era stato trovato dalla pattuglia dei militari al di fuori della propria casa, dove stava scontando la misura degli arresti domiciliari per numerosi furti in abitazione consumati ai danni di cittadini albesi e nel territorio circostante.

Nella giornata di ieri l’uomo è stato tratto in arresto in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Asti su segnalazione degli operanti e continuerà a scontare pertanto la pena nel carcere astigiano.

A Govone (CN) invece i militari della locale Stazione Carabinieri hanno denunciato a piede libero un uomo di 35 anni per furto aggravato su un’autovettura.

I Carabinieri attraverso la visione dei filmati tratti dalle telecamere di videosorveglianza ed al capillare flusso informativo tra i vari reparti dell’Arma, sono riusciti ad identificare in H.S.M., cittadino di origine Rom, quale responsabile di due furti su altrettante autovetture consumati a Govone nel parcheggio delle scuole ed in quello sito nei pressi dell’Hotel Stella delle Langhe.

I militari hanno ricostruito il modus operandi dell’uomo ovvero quello di spostarsi con una moto, precisamente una Kawasaki KLE di colore grigio, scegliere un’autovettura isolata e infine spaccare il finestrino per rubare all’interno, riuscendovi in un paio di occasioni in cui ha asportato un portafoglio ed una borsa da donna con all’interno documenti e contanti.

Ora il ladro dovrà difendersi dall’accusa di furto aggravato su auto nelle aule del Tribunale di Asti.