Territorio & Eventi

AIS organizza la Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio.

Scritto da La redazione Venerdì, 20 Apr 2018 - 0 Commenti

Domani sabato 21 aprile, appassionati a Torino al Museo di Antichità – Polo Musei Reali, dove potranno partecipare alla relazione di Ilario Manfredini, storico, già sindaco di Fenestrelle (Torino) e sommelier su: "La rappresentazione del vino nella tradizione pittorica tra Medioevo e Rinascimento".

 

Cresce il peso specifico dell’Associazione Italiana Sommelier, non solo nel contesto vitivinicolo e agroalimentare, ma anche in un’ottica culturale, con il coinvolgimento nella propria attività divulgativa di importanti realtà istituzionali, italiane ed europee.

Saranno venti le sedi museali che domani, 21 aprile apriranno le porte per accogliere gratuitamente il pubblico in occasione della "Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio" promossa dall’Associazione Italiana Sommelier. Questa edizione si inserisce tra gli eventi che celebrano il 2018 quale "Anno del Cibo Italiano", proclamato dai dicasteri delle Politiche agricole e dei Beni culturali, e Anno Europeo del Patrimonio Culturale, designato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea.

Tra le novità più rilevanti, la sottoscrizione di un protocollo d’intesa triennale che coinvolge nella Giornata della Cultura del Vino e dell’Olio, oltre al Ministero dell’Agricoltura (MIPAAF) e al Ministero dei Beni Culturali (MiBACT), anche il Ministero dell’Istruzione.

La giornata è stata presentata al Vinitaly: hanno partecipato le Direzioni Generali dei tre Ministeri firmatari e il Presidente Nazionale dell’AIS, Antonello Maietta, i quali hanno concordemente rimarcato la valenza dell’iniziativa dell’Associazione Italiana Sommelier e l’impegno profuso da tutti i soggetti coinvolti per garantirne il successo.

Grazie alla partecipazione del MIUR e dell’Ispettorato centrale della Tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Mipaaf, la Giornata avrà un prologo, oggi, venerdì 20 aprile, dedicato alle scuole e a un progetto di tutoraggio che coinvolgerà istituti agrari, licei classici e scuole primarie e medie, durante il quale i funzionari dell’Ispettorato illustreranno ai ragazzi caratteristiche e virtù dell’olio extravergine d’oliva.
“Vino, Olio e Arte patrimonio della Cultura Italiana”, un tema che rappresenta appieno lo stretto legame tra i due prodotti agroalimentari italiani d’eccellenza, con le loro diverse espressioni artistiche, spesso rappresentative di stili di vita e memoria culturale antica.

Gli appassionati piemontesi sono convocati al Museo di Antichità – Polo Musei Reali di Torino, dove potranno partecipare alla relazione di Ilario Manfredini, storico, già sindaco di Fenestrelle (Torino) e sommelier su: "La rappresentazione del vino nella tradizione pittorica tra Meioevo e Rinascimento".

La conferenza evidenzierà alcuni degli ambiti artistici in cui si inseriscono il vino e la tradizione vitivinicola: dal vino nella tradizione classica (il mito di Bacco e dei baccanali), al vino nella tradizione religiosa, in quanto simbolo del sacrificio di Cristo.

Si proseguirà con la rappresentazione del paesaggio vitivinicolo (il concetto del buon governo) e il vino e la tradizione popolare (la rappresentazione della vendemmia)

Alle 16.30 e fino alle 18.30, degustazione focalizzata sulla mitologia e il vino Taurasi, sulla tradizione religiosa e il vino Amarone, sul paesaggio vitivinicolo e il Brunello e Sagrantino, per concludere con la tradizione popolare e i vini San Leonardo e Granato.

Paolo Manna

 

 


  • Adsense slot ID 9166920842">