Politica & Istituzioni

Acqui Terme, per tre giorni l'ANPI presente con il Consiglio Nazionale

Scritto da Redazione Venerdì, 8 Nov 2019 - 0 Commenti

Il Consiglio Nazionale si svolgerà per la prima volta ad Acqui Terme, con la presenza del presidente Nazionale Carla Nespolo e il presidente emerito Carlo Smuraglia per discutere dei compiti, delle possibilità e dei doveri dell’Associazione ANPI in questo periodo storico

Da oggi, venerdì 8 novembre a domenica 10 novembre ad Acqui Terme (Alessandria) si svolgerà il Consiglio Nazionale dell’ANPI - Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, che vedrà la partecipazione e gli interventi di oltre centoventi delegati provenienti da tutta Italia. L’incontro si terrà presso il Grand Hotel “Nuove Terme”.

L'ANPI, con i suoi oltre 120 mila iscritti, è tra le più grandi associazioni combattentistiche presenti e attive oggi nel Paese. Fu costituita il 6 giugno 1944, a Roma, dal CLN del Centro Italia, mentre il Nord era ancora sotto l'occupazione nazifascista.

Il Consiglio Nazionale dell’ANPI si svolgerà per la prima volta ad Acqui Terme, con la presenza del presidente Nazionale Carla Nespolo e il presidente emerito Carlo Smuraglia per discutere dei compiti, delle possibilità e dei doveri dell’Associazione ANPI in questo periodo storico.

I lavori preliminari sono iniziati oggi alle ore 17. Dopo la visita e l’omaggio al monumento alla Divisione di Acqui di Corso Bagni, domani, sabato 9 novembre dalle 9.30 cominceranno i lavori plenari, che saranno aperti con i saluti istituzionali del presidente della Provincia di Alessandria Gianfranco Baldi e del sindaco di Acqui Terme Lorenzo Lucchini. I lavori dell’assemblea si concluderanno domenica mattina.

Inoltre, sono tante le iniziative proposte dal circolo ANPI “Mancini” di Acqui Terme in occasione di questo momento importante:questa sera alle 21.30 al circolo Galliano, in piazza San Guido, con “Aspettando il Consiglio Nazionale”: una serata conviviale tra filmati storici, letture e canti partigiani insieme a tutti i soci e i delegati presenti.

Attesissimo il concerto degli Yo Yo Mundi, che concluderà la giornata di sabato che si terrà alle 21.30 presso il Centro Congressi, di viale Antiche Terme 17. Uno spettacolo teatrale di canzoni e parole dedicato agli anni di “lotta e speranza” che hanno portato alla Liberazione, caratterizzato da una scelta di canzoni tratte dallo spettacolo teatrale "La Banda Tom" e altre storie partigiane e letture dedicate alla Resistenza, interpretate dall’attrice Daniela Tusa.

Un viaggio emozionante nella nostra memoria e nella nostra storia, divulgativo e non retorico, ideale per tutte le età. Gli Yo Yo Mundi sono formati da Paolo Enrico Archetti Maestri (voce e chitarra elettrica e acustica), Eugenio Merico (batteria), Andrea Cavalieri (basso elettrico, contrabbasso e voce), Chiara Giacobbe (violino e voce), Andrea Calvo (tastiere), Daniela Tusa (voce narrante), Dario Mecca Aleina (suoni e programmazioni).

L'evento sarà anche un’occasione per ascoltare il brano Il silenzio che si sente, una delle canzoni di punta de "La rivoluzione del battito di ciglia", il nuovo album degli Yo Yo Mundi, attualmente in lavorazione.

Domenica avrà luogo un momento dal forte valore civile aperto a tutta la cittadinanza, con l’intitolazione alla memoria di Camilla Ravera del viale che va da piazza San Francesco alla rotonda di via San Guido.

Camilla Ravera nacque ad Acqui Terme nel 1889. Fu un’importante esponente politico. Partecipò nel 1921 alla fondazione del Partito Comunista Italiano. Dal 1926 al 1930 fu tra i dirigenti del centro interno clandestino del partito. Nel 1930 fu arrestata e condannata prima al carcere e poi al confino, tornò in libertà nell'agosto del 1943 e partecipò alla Resistenza in Piemonte. Nel dopoguerra fu membro del Comitato centrale del PCI e deputato dal 1948 al 1958. Fu la prima donna italiana nominata senatrice a vita.